Concerti Magazine Mercoledì 29 giugno 2005

Doppietta con De Gregori e Amos

Magazine - La rassegna , partita con la performance dei , prosegue con un ferratissimo uno-due. Venerdì 1 e sabato 2 luglio – ore 21 presso la piazza del Mare della Fiera di Genova – i concerti di Francesco De Gregori e Tori Amos. Due stili, due mondi molto diversi, con un minimo comune denominatore: canzone d’autore al 100%.

Iniziamo dal Ciccio nazionale. Il suo ultimo album Pezzi, arriva a trent’anni esatti dal mitico Rimmel, che lo lanciò nel gotha della canzone italiana (con Buonanotte fiorellino e Pablo, tra le altre). È quasi inutile ripercorrere la storia di un simile chansonnier. Forse vale la pena di dire qualche parola sul suo modo di concepire i live. Francesco ha sempre amato interpretare liberamente la sue canzoni dal vivo, tanto da irritare alcuni fan in vena di accompagnamento canoro. Non ci riuscivano proprio, con i suoi continui cambi di ritmo e di tonalità. Lui, che ruffiano certo non è, rispondeva: «Il pubblico viene al concerto e paga per ascoltare…». E col passare degli anni è andato sempre più assomigliando ad uno dei suoi ispiratori, Bob Dylan.
Pare che con Pezzi, questa tradizione vada s-pezzata, visto che il live seguirà esattamente la registrazione in studio. I canterini esultino.
Venerdì 1 luglio 2005 – piazza del Mare, Fiera di Genova. .

Tori Amos, la cantante rossa che più rossa non ce n’è, arriva a Genova in anteprima nazionale. Passa da qui con il tour mondiale Original Sensuality. In scaletta molti brani dell’ultimo album The Beekeeper che eseguirà in solo, tra un pianoforte e un hammond.
Tori è stata una bambina prodigio, una di quelle che (ah, l’invidia…) a tre anni suona il piano da dio, a quattro inizia a fare concerti, a sei studia Mozart e compagnia bella (ma a leggere e scrivere come stava?!). La sua ispirazione, però, era diventare una rockstar. Così, mangiando Beethoven a colazione, si buttò nella musica contemporanea. Una quindicina d'anni fa, dopo un concerto, un suo fan si fece dare un passaggio e poi abusò di lei. Tori racconta tutto nella canzone Me and a Gun. Introspettiva e diretta, la cantautrice americana non ha più smesso di esorcizzare i dolori della vita cantandoli.
Sabato 2 luglio 2005 – piazza del Mare, Fiera di Genova.

Nella foto: Francesco De Gregori

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Il disprezzo Di Jean-Luc Godard Drammatico Francia, Italia, 1963 Camille, moglie dello scrittore Paul Javal, si invaghisce del ricco produttore cinematografico che ha assunto proprio Paul per scrivere una sceneggiatura. Finirà per abbandonare il marito… Guarda la scheda del film