Concerti Magazine Mercoledì 29 giugno 2005

Doppietta con De Gregori e Amos

La rassegna , partita con la performance dei , prosegue con un ferratissimo uno-due. Venerdì 1 e sabato 2 luglio – ore 21 presso la piazza del Mare della Fiera di Genova – i concerti di Francesco De Gregori e Tori Amos. Due stili, due mondi molto diversi, con un minimo comune denominatore: canzone d’autore al 100%.

Iniziamo dal Ciccio nazionale. Il suo ultimo album Pezzi, arriva a trent’anni esatti dal mitico Rimmel, che lo lanciò nel gotha della canzone italiana (con Buonanotte fiorellino e Pablo, tra le altre). È quasi inutile ripercorrere la storia di un simile chansonnier. Forse vale la pena di dire qualche parola sul suo modo di concepire i live. Francesco ha sempre amato interpretare liberamente la sue canzoni dal vivo, tanto da irritare alcuni fan in vena di accompagnamento canoro. Non ci riuscivano proprio, con i suoi continui cambi di ritmo e di tonalità. Lui, che ruffiano certo non è, rispondeva: «Il pubblico viene al concerto e paga per ascoltare…». E col passare degli anni è andato sempre più assomigliando ad uno dei suoi ispiratori, Bob Dylan.
Pare che con Pezzi, questa tradizione vada s-pezzata, visto che il live seguirà esattamente la registrazione in studio. I canterini esultino.
Venerdì 1 luglio 2005 – piazza del Mare, Fiera di Genova. .

Tori Amos, la cantante rossa che più rossa non ce n’è, arriva a Genova in anteprima nazionale. Passa da qui con il tour mondiale Original Sensuality. In scaletta molti brani dell’ultimo album The Beekeeper che eseguirà in solo, tra un pianoforte e un hammond.
Tori è stata una bambina prodigio, una di quelle che (ah, l’invidia…) a tre anni suona il piano da dio, a quattro inizia a fare concerti, a sei studia Mozart e compagnia bella (ma a leggere e scrivere come stava?!). La sua ispirazione, però, era diventare una rockstar. Così, mangiando Beethoven a colazione, si buttò nella musica contemporanea. Una quindicina d'anni fa, dopo un concerto, un suo fan si fece dare un passaggio e poi abusò di lei. Tori racconta tutto nella canzone Me and a Gun. Introspettiva e diretta, la cantautrice americana non ha più smesso di esorcizzare i dolori della vita cantandoli.
Sabato 2 luglio 2005 – piazza del Mare, Fiera di Genova.

Nella foto: Francesco De Gregori

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Miracolo a Milano Di Vittorio De Sica Fantastico Italia, 1951 Guarda la scheda del film