Concerti Magazine Mercoledì 22 giugno 2005

Play, musica e oltre

Vento d’estate… e di festival musicali, che affollano le serate genovesi. L’ultimo è targato Arci, si chiama Play, avrà luogo dal 24 al 27 giugno 2005 nella piazza delle Feste del Porto Antico, e non propone solo musica: ci saranno i Linea 77, i , i . E poi incontri, dibattiti e iniziative curiose. Largo ai concerti, dunque, ma anche alla riflessione sulle nuove forme di fruizione della musica.

I primi a salire sul palco - venerdì 24 giugno dalle 21 - sotto il tendone del Porto Antico saranno i genovesi Toxic Picnic. Il trio post-power rock apre la serata che vede come ospiti principali i Linea 77. La band torinese è scoppiata nel 1998, anno di Too much of happyness.... L’album è un mix tra Rage against the Machine e Deftones, il botto è immediato. Raccolgono grandi consensi, soprattutto in Inghilterra. Nel 2000 arriva Ketchup suicide, nel 2003 Numb. Il 23 settembre 2005 uscirà il quarto album: Available for propaganda. Energia allo stato brado.

Sabato 25 giugno – dalle 21 - sarà una serata completamente genovese, con Meganoidi e Numero6. I primi non hanno certo bisogno di presentazioni (perlomeno a Genova, perlomeno su mentelocale.it). Diciamo, però, che hanno finito di registrare l’ultimo Ep dal titolo And then we met the Impero. Interamente autoprodotto nel loro covo genovese (i Green Fog Studios) il cd contiene cinque brani. Un nuovo album, invece, è atteso per il prossimo inverno.
Tornano anche i Numero6, dopo un 2004 che li ha visti pubblicare l’album Iononsono e fare capolino sullo schermo di .

Arriviamo a domenica 26: è protagonista il ballo liscio. Ebbene sì, dopo crossover, rock e pop, un po’ di caro vecchio liscio. Le musiche sono a cura dell’Orchestra Gabriele Zilioli.
Infine, lunedì 27 è la volta del teatro, con lo spettacolo di denuncia Mai morti di Renato Sarti, interpretato da Bebo Storti. L’incasso della serata verrà devoluto al Genoa Legal Forum per pagare le spese processuali legate al G8 del 2001.

Incontri
Come abbiamo accennato, il festival Play non propone solo musica. Venerdì 24, alle 19, al , Francesco Casuscelli intervista Pietro Camonchia e Paolo “Chinaski” dei Linea 77. Sabato 25, sempre alle 19 al Banano, i Meganoidi parleranno di autoproduzione, di open source e di altri metodi alternativi per la fruizione di musica.

Replay
Insieme ai dibattiti, nella zona Replay si potrà toccare con mano l’approccio no profit legato al mondo della musica, con metodi antichi e ultramoderni. Si potrà barattare un vinile, un nastro o un cd con quelli di altri. Inoltre, dopo il bookcrossing e il papercrossing, arriva anche il cd-crossing. La sostanza è sempre la stessa: si lascia un disco nei posti più vari perché se ne impossessi liberamente un altro. C’è poi la Net-Label, che unisce l’approccio del volontariato a quello delle creazioni artistiche. Infine, saranno presenti fanzine e stand di etichette indipendenti.

Nella foto: i Linea 77

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Johnny English colpisce ancora Di David Kerr Azione 2018 Alla vigilia di un importante summit internazionale, un attacco informatico rivela l'identità di tutti gli agenti segreti britannici sotto copertura. L'unico rimasto sul campo è in pensione, non ha idea di cosa sia un'App, e si chiama "English,... Guarda la scheda del film