Concerti Magazine Mercoledì 15 giugno 2005

Ritorna la Musica da Camera

Appuntamenti prestigiosi per la dodicesima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera che, anche quest’anno, unisce un itinerario musicale importante ad un percorso storico-architettonico che valorizza brillantemente le potenzialità di Genova e Savona.
La rassegna, promossa dal Collegium Pro Musica e sostenuta da Ministero per i Beni Culturali, Regione Liguria, Comune di Genova, Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, Comune e Provincia di Savona, prende il via il 16 giugno e si conclude il 26 luglio. Sono previsti undici concerti - sette a Genova e quattro a Savona - in un programma che presenta accattivanti proposte di musica rinascimentale e barocca, insieme a grandi autori ottocenteschi e novecenteschi quali Beethoven, Schumann, Brahms, Paganini, Ravel, Debussy.
Luoghi ideali e particolarmente suggestivi ospiteranno i concerti: a Genova il cortile di Palazzo Rosso, il salone di Palazzo Tursi, il salonetto di Palazzo Ducale e la Casa Paganini, nuovo spazio per la musica dotato di ottima acustica; a Savona il chiostro del Duomo.
La manifestazione nel corso degli anni ha portato a Genova e Savona decine di musicisti da tutto il mondo, aggiudicandosi un posto di rilievo nel panorama dei Festival musicali italiani. Stefano Bagliano, tra i più apprezzati flautisti barocchi europei, è il direttore artistico del Festival Internazionale di Musica da Camera e leader del Collegium Pro Musica.

Questi i concerti in programma: Giovedì 16 giugno, nello splendido Salone di Palazzo Tursi in Strada Nuova, primo appuntamento con musiche di Schumann, Brahms con la partecipazione di Fabio Furia al clarinetto, Riccardo Agosti al violoncello e Pierluigi Camicia al pianoforte.

Martedì 21 giugno, nel Salone del Minor Consiglio di Palazzo Ducale, appuntamento che vede protagoniste le sonorità classiche di Giuliani, passando per i virtuosismi di Paganini e della Fantasia di Borne sulla Carmen di Bizet, giungendo fino ad Astor Piazzolla. Sul palco Stefano Maffizzoni al flauto traverso e il chitarrista Luigi Puddu.

Molto atteso poi l’appuntamento di giovedì 30 giugno, presso la Casa Paganini di Piazza S. Maria in Passione (in cima alla Salita di S. Maria di Castello), con un recital di pianoforte del pianista genovese Marco Rapetti, già esibitosi per la stagione della GOG nel 2001. Il programma è interamente dedicato a Ravel, con brani come Jeux d’eau, Miroirs e Gaspard de la Nuit e con un Menuet in prima esecuzione a Genova.

Il mese di luglio porterà ancora altri quattro appuntamenti di qualità. La prima delle quattro serate si terrà giovedì 7 luglio nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, con il concerto tenuto da un duo d’eccezione formato dal violoncellista Erich Huetter e dal pianista Christopher Hinterhuber; il programma prevede pagine di Beethoven, Lutoslawski e Brahms.

Giovedì 14 luglio si ritornerà nel Salone di Palazzo Tursi per ascoltare un originalissimo recital di trombone e pianoforte. Il grande virtuoso di trombone Kiril Ribarski, proveniente dalla Macedonia, saprà stupirci per le sue capacità, tali da rendere il trombone uno strumento duttile e affascinante. Accompagnato dalla pianista Milica Sperovik, eseguirà pagine di Albeniz, De Falla, Debussy, Ravel e altri autori.

Mercoledì 20 luglio è la data più attesa del Festival: la nota violinista inglese Monica Huggett, grande specialista del Barocco internazionale, si esibirà insieme all’ensemble Collegium Pro Musica e al flautista Stefano Bagliano, in un programma brillantissimo denominato “Concerti a Venezia, Napoli, Berlino”, comprendente brani altamente virtuosistici quali i Concerti per violino e archi “Grosso Mogul” e “per la Solennità di S. Antonio” e il concerto per flautino e archi di Antonio Vivaldi, insieme ad altri non meno interessanti Concerti di autori di Scuola napoletana (Barbella e Fiorenza) e di Scuola tedesca (Gottlieb Graun).

Per la serata conclusiva di martedì 26 luglio, nella bella cornice del cortile di Palazzo Rosso, si potrà ascoltare il Baroque Ensemble Affetti, composto dalla soprano Maria Grazia Liberatoscioli, dal violinista Valerio Losito, dal violoncellistra Giorgio Matteoli e dalla clavicembalista Roberta Ranieri. Il programma è denominato “Invito all’Allegrezza” e prevede Arie, Danze e Sonate del tardo Rinascimento e del primo Barocco.

I concerti hanno inizio alle ore 21.00. Costo del biglietto 10 euro, ridotto giovani (entro i 18 anni) 6 euro. Abbonamento a tutti i concerti 45 euro. Informazioni: Associazione “Collegium Pro Musica” tel. 010.8603597.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Il sale della terra Di Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado Documentario Francia, 2014 Il film racconta l’universo poetico e creativo di un grande artista del nostro tempo, il fotografo Sebastião Salgado. Dopo aver testimoniato alcuni tra i fatti più sconvolgenti della nostra storia contemporanea, Salgado si lancia alla... Guarda la scheda del film