Magazine Mercoledì 8 giugno 2005

Le grandi notti della poesia

© www.pozzani.org
Mercoledì 8 giugno, nel Salone del minor consiglio di Palazzo Ducale, si è parlato di poesia. Anzi, di Poesia. Dal 10 al 17 giugno, infatti, avrà luogo a Genova il Festival Internazionale, giunto quest’anno alla sua undicesima edizione. Molti saranno gli artisti – dai poeti ai musicisti, fino agli attori di teatro e di cinema – che cercheranno di far apprezzare ai genovesi un’arte che spesso risulta ostica, «soprattutto per i ragazzi, che studiano a scuola le poesie e che, in genere, non amano particolarmente la materia», spiega Claudio Pozzani, direttore artistico della manifestazione.
Alla conferenza stampa l’assessore alla Cultura Luca Borzani sottolinea l’importanza di “fare sistema” tra le realtà culturali, sociali ed economiche di Genova: «solo così si otterranno risultati positivi per una città che attraversa una fase di rivoluzione culturale».

L’edizione del targata 2005 riserva numerose sorprese e molte collaborazioni, prima fra tutte quella con i musei cittadini: dal , protagonista degli incontri Tra-mondi - assaggi poetici e gastronomici aspettando il calar del sole – al museo di Sant’Agostino, dove ogni giorno dalle 17.30 sette poeti liguri incontreranno i colleghi stranieri. Il , poi, vedrà protagonista L’universo degli Haiku: composizioni brevi (17 sillabe) tipiche dell’arte giapponese.
Si parlerà molto di Oriente ma anche del rapporto tra la poesia e le altre forme d’espressione: artisti come e Marco di Gennaro si esibiranno nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale: Haber interpreterà poesie di autori come Bukowski e Pasolini accompagnato al pianoforte da Di Gennaro. Enrico Rava parteciperà, con Giuseppe Cederna (voce recitante) e con lo stesso di Gennaro all’omaggio allo scrittore Raymond Carter, in collaborazione con la casa editrice Minimum Fax.

Il Festival non ha dimenticato il cinema: Videoars 2005 è la rassegna dedicata alla videoarte e videopoesia che avrà luogo al di Maurizio Gregorini. Tra gli eventi collaterali, anche una serata dedicata a Mario Luzi (sabato 18 giugno, ore 18.00, alla Galleria d’Arte Moderna di Nervi). Anche il teatro ci mette del suo, con la performance poetica Paesaggi dell’altrove, «un caleidoscopio poetico a cura del Teatro delle Nuvole che andrà in scena sabato 11, ore 17.30, a Villa Croce», spiega ancora Pozzani.
E poi c’è una sorpresa: presso il bookshop di Palazzo Tursi e la libreria del Ducale sarà possibile dotarsi del passaporto poetico, un documento che verrà timbrato ogni qualvolta parteciperete ad uno spettacolo (saranno tutti ad ingresso gratuito). Dopo cinque timbri ci saranno sconti e sorprese per tutti.

Ma la vera scommessa per gli organizzatori del Festival è La grande notte della poesia: una serata da trascorrere per le vie del centro storico – e in particolare in Strada Nuova (o via Garibaldi, che dir si voglia) – dalle 17.30 fino a notte inoltrata visitando palazzi (da Palazzo Rosso a Palazzo Bianco), musei, giardini, café e ristoranti accompagnati da letture, concerti di cantautori e performance. Tra gli eventi della giornata anche i Percorsi poetici, pensati per mostrare Genova di notte con gli occhi di Paul Valery.

Nella foto, la locandina del Festival Internazionale della Poesia 2005.

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Most Beautiful Island Guarda la scheda del film