Magazine Martedì 6 febbraio 2001

Ezra Pound. Dall'Idaho a Rapallo

Magazine - Dall'America a Londra, Parigi. Poi Rapallo. Il genio creativo di Ezdra Pound decide di fermarsi proprio nella nostra cittadina di levante. Dove, grazie a lui e ad altre "grandissime penne", negli anni trenta nasce il Supplemento letterario del Mare, un inserto del settimanale di Rapallo "Il mare".
L'esperimento in realtà durò solo sedici numeri, fra il 1932 e il 1933. Oggi, grazie all'opera di faticosa ricostruzione e ricerca di Stefano Verdino, Massimo Bacigalupo e Massimo Morasso, la Società Letteraria di Rapallo ha pubblicato integralmente tutti gli articoli comparsi sul Supplemento.
Ciò che colpisce è il fatto che un piccolo centro di allora, come Rapallo, sia stato così fervente nella divulgazione di nomi che la cultura italiana citerà solo anni dopo. Questo è accaduto grazie alla passione di Pound, Eugen Haas, Masoliver e altri.
Dagli articoli di Pound traspare l'esigenza di un modo nuovo di concepire e di fare poesia. Antiaccademico, ricercatore dell'immediatezza e della sintesi del linguaggio. "La grande poesia è semplicemente linguaggio carico di significato al massimo grado possibile" dice il poeta americano. Non a caso in apertura del primo Supplemento viene citato Carducci: "Chi dice in dieci parole quello che può dire in due è capace di uccidere suo padre". Essenzialità e concretezza, queste le guide di Pound, insieme ad una grande esaltazione per Cavalcanti, che "con il suo ardimento innovativo seppe osare molto di più dei poeti italiani di oggi".

Per avere altre notizie sul soggiorno in Liguria di Pound visita il sito www.parcoculturaletigullio.it

di Annamaria Tagliafico

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione