Magazine Mercoledì 18 maggio 2005

Scriviamo la pace con i libri

A cosa servono i libri? Arredano la casa, certo. Ma non solo. Non c'è bisogno (vero?) che vi annoi con banalità e frasi fatte. Riconosciamo tutti il valore della letteratura.

Di questo sono convinti gli organizzatori della Fiera della Piccola Editoria e delle Autoproduzioni dei Movimenti, che si terrà dal 26 al 28 maggio, nel Palazzo della Borsa di via XX settembre, a Genova. Che quest’anno s’intitola appunto: Parole per piacere. Parole per cambiare, a sottolineare il potere della letteratura di generare cambiamento.

Questi tre giorni di fiera sono stati organizzati dall'ufficio Politiche Giovanili del Comune, insieme a Marea, rivista trimestrale impegnata nella diffusione del pensiero critico delle donne.
Tutte le mattine, alle 11.30, i ragazzi delle scuole genovesi, potranno incontrare autrici e autori migranti. In una sorta di laboratorio didattico, potranno ascoltare storie di scrittori che vengono da lontano, direttamente dalla loro bocca.

Ma le iniziative sono moltissime: ci saranno anche due eventi specifici sul libro d'artista, una piece teatrale basata sulla Sherazade de Le mille e una notte, tredici presentazioni di libri e una tavola rotonda con giovani scrittori e scrittrici che racconteranno come sono arrivati a pubblicare.

I testi scelti per le presentazioni toccano i temi dell’attualità: dall’invasione della guerra e della violenza anche nel linguaggio, ai fondamentalismi che minacciano la libertà delle donne, all’impegno e alla sfida degli scrittori colpiti dai regimi dittatoriali per il loro impegno sociale e politico.

Di particolare rilevanza le presenze, tra le altre, di Christian Salmon, fondatore del Parlamento scrittori in esilio, di Marieme Helìe Lucas, del Women living under muslim laws, di Edoardo Sanguineti, del gruppo musicale dei Tetes de bois, che animeranno il rave letterario a largo Pertini di venerdì 27 maggio, dalle ore 22.00.

Il 26 maggio, giorno dell’inaugurazione, alle ore 12.30, sarà costruita nelle vicinanze dell’atrio del Palazzo della Borsa la parola ‘pace’ con oltre 200 libri, e per questo siamo tutti invitati a portare un libro da aggiungere alla costruzione.

Il programma completo della Fiera della piccola editoria e delle autoproduzioni dei movimenti è su
di Mina Vitiello

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

il nome del figlio Di Francesca Archibugi Commedia Italia, 2014 Le vicende di una coppia in attesa del primo figlio: Paolo, estroverso e burlone agente immobiliare, e Simona, bellissima di periferia e autrice di un best-sellers piccante. Oltre a loro Betta, sorella di Paolo, insegnante con due bambini, apparentemente... Guarda la scheda del film