Il malato immaginario di Dapporto - Magazine

Teatro Magazine Teatro Duse Mercoledì 27 aprile 2005

Il malato immaginario di Dapporto




Massimo Dapporto è Argante sul palcoscenico della Corte protagonista di Il malato immaginario, di Molière. Una travolgente farsa sulle nefandezze della classe medica e sulle ossessioni per le malattie di terribile attualità. Messo in scena da Guglielmo Ferro per il Teatro 3 e il Teatro Stabile del Veneto, Il malato immaginario è interpretato al fianco di Dapporto da Susanna Marcomeni (Tonina), Sebastiano Tringali (Beraldo), Riccardo Peroni (dottor Lafatutta e dottor Purgone), Deniz Ozdogan (Angelica) e Elena D'Anna, Alberto Caramel, Marco Mattiuzzo, Gigi Palla, Monica Barbato. Le scene sono curate e ideate da Stefano Pace, mentre ai costumi ha pensato Santuzza Calì, sulle luci ha lavorato Sergio Rossi, mentre le musiche sono quelle del genovese Bruno Coli. Lo spettacolo va in scena sull’adattamento dell’originale a quattro mani firmato da Tullio Kezich e Alessandra Levantesi. Il malato immaginario rimane in scena al Teatro della Corte fino a domenica primo maggio.

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin