Magazine Venerdì 22 aprile 2005

La Mazzucato fa il bis di e-book

Leggere a costo zero? Si può. E non solo nelle polverose biblioteche. Ora anche da casa, attraverso lo schermo del vostro PC. Si chiamano e-book e sono l’ennesima invenzione della rete. Ve lo scaricate e poi ve lo godete quando vi pare.
Io l’ho fatto con il nuovo libro di , , un saggio che si sviluppa tra arti figurative, letteratura, musica e sociologia.

Sono tantissimi i riferimenti ai bloggers. Un mondo di narcisi, che invece di scrivere sulle pagine del loro diario – quello con il lucchetto, – amano raccontarsi a squarciagola. Tra di loro, in ogni caso, dei veri talenti. Francesca li conosce, li legge e ce li spiega.

Mi ha incuriosito Elos, con il suo ‘blog filosofico’, come lo definisce la Mazzucato. Di lei ci propone un racconto surreale, a tratti angosciante che ci fa diventare spettatori attoniti del suo funerale.

La categoria dei corpi Castorama, ci fa ridere di noi. Già perché, alzi la mano chi non è mai passato davanti ad un’esposizione di piscine, scegliendo la propria, senza considerare di non avere neppure il giardino per installarcela.
La piscina, la fontana, la motosega e la falciatrice, merci che ci ipnotizzano. Fortuna che esistono i CCS, i Corpi Castorama Sovversivi: “giovani e arrabbiati, sognano di distruggere i laghetti artificiali e di sodomizzare le quarantenni ben tenute…”.

È un libro che ci porta a riflettere. Ci scuote con l’opera di . Con un corpo utilizzato, torturato e punito per amore dell’arte e in nome di una sperimentazione continua. Un corpo che si scopre fragile e racconta un disagio.

Io non so se essere scrittrice di romanzi erotici porti a vedere tutto sotto una certa luce… diciamo pure rossa. Ma la Mazzucato è riuscita a fare di un prelievo bancomat un’esperienza sessuale. In effetti c'ha preso. Come possiamo negare l’eccitazione che ci pervade quando, l’ingegnosa macchina grigia ci consegna le nostre banconote. Ci guardiamo frettolosamente alle spalle, magari contiamo il malloppo e poi scivoliamo via. Sazi e appagati.
di Mina Vitiello

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film