Weekend Magazine Venerdì 22 aprile 2005

Un weekend nel segno del potere

Magazine - Tempo di ponte. Il 25 aprile si avvicina e voi, cari lettori, non sapete ancora che fare? Ecco un suggerimento: la mostra "Sigillo, il segno del potere", al Complesso monumentale di San Fruttuoso, è visitabile fino al 30 settembre 2005.


Complesso monumentale di San Fruttuoso 24 marzo-30 settembre 2005 Il , l’Associazione Culturale Echi di Liguria e il Comune di Camogli, in collaborazione con il Museo del Sigillo di La Spezia, presentano la mostra Sigillo, il segno del potere.

La mostra, allestita nella Sala Capitolare dell’Abbazia e nella Torre Doria, segue un percorso completo e rigoroso per fornire al visitatore un quadro generale del sigillo della Collezione Lilian ed Euro Capellini, nella sua identità di oggetto personale, strumento di riconoscimento e di identificazione, di distinzione e appartenenza, sofisticato emblema del gusto e della sua evoluzione.

Le sezioni espositive sono le seguenti:
La genesi del sigillo – con matrici a stampo, matrici a rullo e la glittica del Vicino Oriente Antico. I sigilli egiziani in forma di scarabeo sacro e anelli sigillari romani.
Sigilli dell’Occidente medievale – le matrici ecclesiastiche e civili dei secoli dal XIV al XVI: applicazioni, modelli ed iconografie tra agiografia e araldica.
La grande epoca del sigillo – matrici e impugnature del periodo compreso tra il XVII secolo e la prima metà del XX. In questa sezione, di grande estensione, vengono presentati esemplari in argento, avorio, bronzo, smalto, cristallo e pietre dure.
I sigilli-gioiello e i maestri del sigillo – La parte forse più spettacolare (senza dubbio la più preziosa) dell’esposizione consiste in una cospicua serie di esemplari destinati a fare parte dell’ornamento personale o a impreziosire le scrivanie. In questa sezione sono esposti alcuni sigilli di nobili famiglie europee (i Borromeo, i Rohan, i Fergusson, ecc.) realizzati in oro e pietre preziose. Una vetrina è dedicata a René Lalique e a Karl Gustavovich Fabergé, l’orefice degli ultimi zar.
Sigilli orientali e precolombiani – Esemplari delle dinastie Qing illustrano lo sviluppo del sigillo in Cina sia per quanto riguarda i modelli (da scrivania, da tasca, a ciondolo), sia per quanto riguarda i diversi tipi di scrittura applicati e l’iconografia delle impugnature. La sezione precolombiana, in chiusura di mostra, presenta i sellos e le pintaderas per l’ornamentazione rituale del corpo; simili strumenti, pur non avendo una vera e propria funzione di sigillo, ne sfruttano la tecnica per l’applicazione seriale di un identico motivo.
I Sigilli medievali della Serenissima Repubblica di Genova – Grazie alle ricerche operate negli archivi genovesi vengono presentate al pubblico copie delle impronte rilasciate dai famosi sigilli ufficiali della Repubblica, i sigilli del Grifone.


Per informazioni:
FAI - Abbazia di San Fruttuoso di Camogli, tel 0185 - 772703

Orari Abbazia
aprile: ore 10-15.45; chiuso i lunedì non festivi.
maggio-settembre, ore 10-17.45
Torre Doria: chiusura ore 13-14

Biglietto d'ingresso
adulti 6.00 Euro; ragazzi 4.00 Euro; scolaresche 3.50 Euro; aderenti FAI 2.00 Euro.

Battelli:
Società Golfo Paradiso: 0185 772091
Servizio Marittimo del Tigullio: 0185 284670

La mostra è visitabile fino al 30 settembre 2005.

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film