Concerti Magazine Mercoledì 20 aprile 2005

Mass_Prod: «il rock è morto»

Magazine - Il rock è morto. Parola di Martino Marini. A soli ventuno anni l’ideatore del progetto parla come un veterano di tendenze, mode, tecnologie, e politiche legate al mondo della musica. O meglio, dell’audiovisivo, che è diverso. Ma piano piano arriviamo anche lì. Martino è venuto a trovarci. Mi ha detto così tante cose che no so se sono riuscito a fermarle tutte.

Partiamo dall’inizio. Nel ’98 muove i primi passi musicali in un gruppo. Ma è all’inizio del nuovo millennio che crea il progetto Mass_Prod, con un manifesto ben preciso: abbasso l’elettronica anni ’90, fatta soprattutto di big beat, drum&bass e techno, viva la produzione new wave dei primi anni ’80, roba tipo Japan, New Order, Joy Division. «Si tratta sempre di musica elettronica - dice Martino - ma più pop, orientata all’ascolto».

Martino non è solo in questa avventura. Con lui ci sono il dj Sergio Frazzingaro e il grafico Stefano Moretto. Le loro esibizioni sono un misto tra un dj set, un live e una performance visiva. Sergio, che ha 38 anni, viene da una lunga esperienza come dj e cura contemporaneamente anche il progetto artistico Corpicrudi, con Samantha Cavagnaro e Barbara Aiello, di cui Martino fa la parte sonora. Dal Messico a Detroit, fino a Roma, in tutte le più importanti fiere di videoarte del mondo i nostri ci sono.

Ma torniamo alla musica. «Dal 2000 a oggi l’electro è diventata una realtà in tutto il mondo - continua Martino – si balla dappertutto, tranne a Genova». Almeno fino a poco tempo fa: oggi Mass_Prod è tutti i venerdì al e la gente lo segue. «Abbiamo avuto successo molto prima in giro per l’Italia che qui a Genova. Ma dobbiamo ringraziare tanto il , il primo locale in cui abbiamo uno spazio fisso il mercoledì sera, con carta bianca sulla musica».

Tira sul serio questa new wave? Martino non ha un secondo di esitazione: «Basta vedere come si vestono i ragazzi! E poi le hit di adesso sono tutte electro». E come si vestono? «È un mix tra il look dei primi anni ’80 con tutto quello che è successo nei vent’anni successivi: mi vengono in mente le giacche con le spillette, che sono ritornate di moda». Negli ultimi tempi questa tendenza ha due supporter d'eccezione nei titolari della , che ha ospitato icone degli anni '80 come Alberto Camerini, Garbo, i Krisma.
Ma secondo Martino è soprattutto l’attitudine ribelle, punk, a caratterizzare questo nuovo movimento. «La tecnologia sta decretando la morte del rock» dice perentorio.

Poi gli chiedo di questi famosi live set, dove si suona dal vivo un pc. «Secondo me è più che suonare dal vivo. Si ha la possibilità di intervenire in tempo reale su ogni singolo suono. Anche se, è vero, la gente fa ancora un po’ fatica a capire cosa stai facendo». La gamma di suoni che la tecnologia mette a disposizione è virtualmente infinita e, cosa molto importante, a costo zero. Qui sta il lato rivoluzionario della faccenda.

«Soprattutto in Germania, le realtà electro sono totalmente autogestite: ogni città ha la sua factory e la sua etichetta». Non solo, anche i software sono gratuiti. Insomma, c’è libertà totale dal punto di vista del prodotto e non si dipende dalle case discografiche. Certo, ci sono anche i Daft Punk e Chemichal Brothers, dico io malignamente. «Tutt’altra faccenda, musicalmente parlando. E comunque loro hanno fatto una scelta di campo». Ovvero, si sono buttati sulla grande distribuzione. Il progetto a lungo termine di Mass_prod è, invece, quello di metter su una casa di produzione per le realtà genovesi: «ci sono molte cose interessanti, come Neonera, Masta, Tantotempo».

Beh, qui a Genova sapete dove trovarli. Così potrete scoprire in prima persona se il rock è veramente finito.

Nella foto: Martino Marini e Sergio Frazzingaro alias Mass_Prod

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Animali fantastici I crimini di Grindelwald Di David Yates fantastico 2018 L'universo di Harry Potter non smette di incantare. A distanza di un anno da Animali Fantastici e dove trovarli, già si annuncia il 15 novembre 2018, la data del nuovo capitolo del fortunato spinoff sul magico mondo del mago di Hogwarts. Animali... Guarda la scheda del film