In diretta da Milano - Magazine

Attualità Magazine Mercoledì 23 marzo 2005

In diretta da Milano

Magazine - Cari lettori, vorrete scusare l'anacronismo - o errore cronologico - che troverete leggendo questo pezzo. Una grave svista ha lasciato nel limbo questo pezzo di una nostra collaboratrice fino ad oggi. Rimediamo quindi immantinente pubblicandolo con le dovute e doverose scuse.
La redazione


Leggi le altre notizie su di Cristiana Stradella

Una manciata di giorni a Pasqua.
Luisa, stagista pugliese, torna a casa. Ha in tasca il biglietto del treno, da Natale. Ingrid e suo fratello Danilo sono invece alla disperata ricerca di un mezzo qualsiasi, diretto a Vieste o zone limitrofe. “Tutto prenotato!” dicono in stazione, “Solo posti in piedi!”. E Danilo, che pur essendo pugliese è nazionale di bob a 4, sta seriamente pensando che se nevicasse, potrebbe raggiungere le spiagge di Vieste scivolando come in pista!
Maria a metà settimana vola a Barcellona. A casa l’aspetta tutta la sua famiglia. È l’occasione per riunire i fratelli, che vivono in giro per l’Europa e festeggiare il suo compleanno. Anche lei ha comprato il biglietto aereo a dicembre e ora si gode il suo personalissimo conto alla rovescia, fatto di cerchi rossi sui giorni del calendario.
Il suo fidanzato resta a Milano. Non si discute: le feste sono sacre!

Per fortuna Pasqua e Pasquetta regalano un ponte assicurato. C’è chi è riuscito addirittura a concedersi il lusso di un’intera settimana di vacanza. Per tutti gli altri, pendolari un po’ invidiosi con contratti a progetto, o capoufficio poco propensi a farci riprendere fiato, un lunedì di ferie è comunque un’oasi nel deserto di un calendario praticamente senza ponti.
E la lista di chi fugge da Milano si allunga.
C’è una gran voglia di casa, casa e ancora casa. Per tutti l’imperativo è tornare in famiglia. E il buon vecchio detto “Natale con i tuoi Pasqua con chi vuoi”?

Forse non vale per i pendolari, anche se, effettivamente, a Milano in questi giorni si assiste a un vero e proprio controesodo. Complice il “Codice da Vinci”, che ha fatto impennare le prenotazioni per vedere la leonardesca Ultima Cena, la città brulica di giovani e giovanissimi turisti stranieri. Pare che ci sia addirittura una guida ad hoc per i fan di Dan Brown.

E si sta sperimentando un nuovo tipo di turismo, quello dell’ostellante che con 10 euro dorme, con 2 naviga in internet e, a costo zero, gira per la città in bicicletta. Accade a - non è un refuso, si scrive proprio così - un ostello autogestito, che supplisce alla mancanza di alloggi a basso costo in città. Chi scende a Il pOstello non è un cliente, ma un ospite. Nato da una costola di un centro sociale, questa struttura offre 26 posti letto, su cinque stanze, due bagni, un frigo, una cucina, uno spazio sicuro per le cose di valore, uno spazio lavanderia e uno spazio multifunzionale il : con cafeteria e musica tutti i weekend (e che musica! A febbraio c'erano i Godzilla, ma di questo vi parlo un'altra volta). “Quello che ci interessa", affermano i ragazzi che gestiscono la palazzina su tre piani in Via della Pergola, "sono le relazioni che si possono sviluppare tra le persone che transitano in una metropoli e non la loro identità o il loro modo di vivere”. Il Pergola Tribe, che gestisce la programmazione musicale e artistica del locale, (sono attivi work-shop di teatro, pittura, arte e artigianato e danza) è così vivace che ormai se ne parla come di un club, un'esperienza di vita comunitaria in completa autogestione che dura da sei anni con un nucleo di 15 individui ...che coinvolge quotidianamente nel suo percorso di liberazione centinaia di persone (testo tratto ). "Pensiamo", aggiungono i ragazzi "che la libertà di circolazione delle intelligenze e delle persone sia un elemento cruciale della costruzione di una metropoli plurale e multietnica, ricca di punti di vista e con la capacità di costruire comunità nelle differenze, la metropoli in cui a noi piacerebbe vivere".

Detto, fatto. Da qui sono transitati un’intera squadra di calcio palestinese in Italia per i mondiali di calcio antirazzisti, decine di studenti in cerca di un appartamento per l’anno accademico e cinefili stranieri interessati al Milano Film Festival. Uno spazio friendly, insomma, un posto quieto in cui stare e tornare.
E a chi va, resta o chi viene: serena Pasqua!


Il pOstello – Ostello autogestito
Via Angelo della Pergola 5
Quartiere Isola, Milano
Aperto tutti i giorni, 24 ore al giorno Tel. 333 1752272
postello.realityhacking.org

Potrebbe interessarti anche: , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte