Concerti Magazine Martedì 22 marzo 2005

Zecchino d'oro per Mazzini

Magazine - Il Carlo Felice rende omaggio ai valori risorgimentali attraverso la musica. In occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Mazzini e in concomitanza alla riapertura dell’Istituto Mazziniano-Museo del Risorgimento, il Teatro di Genova organizza - il 22 giugno - un concerto di brani corali tratti dal repertorio risorgimentale italiano.

Protagonisti dell’iniziativa saranno circa 250 ragazzi liguri di età compresa tra gli 8 e i 13 anni. La giornata di audizioni fissata per l’11 aprile, darà inizio ad un percorso formativo che si concluderà con il concerto di giugno: «i ragazzi canteranno insieme all’orchestra e al coro del Carlo Felice», spiega Gino Tanasini, maestro preparatore nonché responsabile dell’iniziativa didattica, «si tratta di un progetto che ha come fulcro i valori risorgimentali che oggi sono stati un po’ dimenticati. Mazzini sosteneva che il coro fosse espressione dei sentimenti popolari: il nostro intento è di impartire un’educazione musicale ma anche di far riflettere i giovani sui valori civili».

La Fondazione Teatro Carlo Felice scommette dunque sui più giovani, forte dell’attenzione che i ragazzi genovesi riservano alla lirica e alla sinfonica. Il Teatro conta 950 abbonati sotto i 25 anni e . La musica classica ha ancora linfa vitale, non è poi quella forma d’arte paludata e pedante che molti credono.

Il bando di concorso per partecipare alle audizioni è scaricabile dal sito del .

Nella foto: il Teatro Carlo Felice

Potrebbe interessarti anche: , Mahmood vince Sanremo 2019 con il brano Soldi. Secondo posto per Ultimo, segue Il volo , Sanremo 2019. Testi e pagelle delle canzoni in gara , Sanremo 2019: Zen Circus con L'amore è una dittatura. Testo e pagella , Sanremo 2019: Ultimo con I tuoi particolari. Testo e pagella , Sanremo 2019: Simone Cristicchi con Abbi cura di me. Testo e pagella

Oggi al cinema

Ladri di biciclette Di Vittorio De Sica Drammatico Italia, 1948 Antonio Ricci festeggia con la famiglia il lavoro che ha ottenuto faticosamente: attacchino di manifesti del cinema. La famiglia riscatta dal banco dei pegni la bicicletta e Antonio va a lavorare. Sta incollando il manifesto di Gilda quando gli rubano... Guarda la scheda del film