Genova a Firenze con Artour‑o - Magazine

Mostre Magazine Venerdì 18 marzo 2005

Genova a Firenze con Artour‑o

Magazine - ARTOUR-O Museo-shop temporaneo di arte contemporanea
Starhotels Michelangelo, Viale Fratelli Rosselli, 2, Firenze.
18 - 19 - 20 Marzo 2005 - Orario: 17.00– 22.30 - Ingresso libero
Avvenimenti collaterali distribuiti in Firenze città.


è un tipo curioso, si muove molto velocemente ed è un compagno di viaggio ideale”, afferma Tiziana Leopizzi. ARTour-o è la sua creatura: l’idea di pervadere le città d’arte con lavori d’artisti contemporanei, fin’ora tenuta nel cassetto e, in parte, realizzata l’anno scorso con l’edizione di Riparte 2004, in trasferta a Genova dopo 10 anni di residenza a Roma. Per questa edizione occuperà 40 stanze dello Starhotels Michelangelo e altrettanti luoghi dell'avanguardia dell'arte internazionale: opere, installazioni e performance da 40 gallerie di ricerca impegnate nella selezione critica e nella promozione di giovani talenti.

Tiziana, dunque, va a Firenze portandosi dietro Genova, ma il suo non è un viaggio da colonizzatrice. Tutt’altro. “Il mio progetto è teso al coinvolgimento massimo di tutte le realtà cittadine: dalle istituzioni, alle gallerie, a tutto il tessuto urbano. Genova è nata, ufficialmente, solo l’anno scorso. Se Firenze avesse intenzione dopo ARTour-o di fare un gemellaggio con la nostra città, la ricaduta di visibilità internazionale che le è propria, si trasferirebbe felicemente su di noi”.

Quindi questo è un tour, un viaggio, nell’ART passata e presente, punto zero, perché in fase neonatale. “Noi del mondo dell’arte - galleristi, artisti, appassionati e critici - siamo dei viaggiatori per natura e ad un certo punto si parlava di “ART tour” come di una persona, da lì il nome”. Quali obiettivi si pone questo museo-shop temporaneo dell’arte contemporanea? “Vorrei far capire che l’arte nei secoli è sempre stata contemporanea; dai singoli committenti al Papa si è sempre dato spazio, nelle città, agli artisti della propria epoca. Come gruppo vorremmo anche far capire che l’arte non è moda, che non esistono settori, che c’è posto non solo per i video e le arti applicate o le foto, ma che fare arte significa mettere insieme tre componenti: la mano, la mente e lo spirito. ARTour-o non è una fiera, ma un modo di vivere. A Los Angeles c’è solo l’attualità, qui da noi c’è solo la storia, ma per far sì che questa storia non venga dimenticata e le nostre città d’arte vivano di nuova vita dobbiamo proseguire il discorso cominciato con i graffiti nelle caverne. Per me fa scuola Pietrasanta (LU). I nostri luoghi – città d’arte - densi di storia sono i contenitori ideali per ospitare l’arte del nostro tempo”.

Un museo-shop, quindi, si può fare un po’ di sano shopping? “Sono in mostra opere dai 300 ai 3000 euro e questo è lo spirito condiviso. Le gallerie che si sono messe in gioco – genovesi, fiorentine ma anche provenienti da diverse parti d’Italia – sono tutte serissime, ma il loro lavoro principale è sui nuovi talenti, il seguito è un discorso che spetta ad altri”.

A luglio ARTour-o arriva o ritorna a Genova, e nel futuro potrebbe andarsene a Matera, a Mantova o magari all’estero. Chissà, forse anche a Barcellona.

Intanto sabato 19 marzo si terrà un incontro sul genius loci che caratterizza l’Italia: Genius Loci: ieri, oggi, meno di domani?, una riflessione sul carattere contemporaneo del Genius Loci, cui prenderanno parte Giovanni Sighele – fondatore di Exibart, Lorenzo Pallini – direttore artistico di Fabbrica Europa, Federica Sassoli – storica dell'arte, Marco Jaff - docente del Dipartimento di progettazione delll'architettura, Armida Allevi – direttrice della galleria Ab.Origena, Tiziana Leopizzi – ideatrice e organizzatrice di "ARTour-o. Le città d'arte per l'arte contemporanea". Un incontro in cui gli operatori, dalle fondazioni alle gallerie, fino alle associazioni, discutono intorno alla possibilità di divenire interlocutori delle istituzioni dimostrando la serietà del discorso di approfondimento e inserimento nel tessuto urbano di cui sono promotrici.

Sito: www.artour-o.com
email

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero