Magazine Venerdì 11 marzo 2005

Una favola che rinnova la magia

Magazine - Dall’incontro tra Marino Muratore e Lucrezia Giarratana è nato un piccolo libretto dal titolo Il fisarmonicista stonato, una favola splendidamente illustrata portata in libreria da Campanotto Editore. Stasera, giovedì 10 marzo, Marino e Lucrezia hanno presentato presso la Libreria Portoanticolibri il loro nuovo libro insieme al direttore della Biblioteca De Amicis Francesco Langella.
I lettori di mentelocale.it già conoscono Muratore per alcuni suoi interventi su questo sito. I suoi scritti hanno un certo spessore letterario (date un'occhiata al racconto , oppure a ).

Marino Muratore è un amante della letteratura. Non è solo «un venditore di lenzuola nelle case e di diffusori d’essenza nelle strade», come ironicamente si presenta. È anche un educatore che opera con gli adolescenti. Con questa breve ma intensa favola, che affronta la diversità coinvolgendo il lettore in modo semplice e chiaro, Muratore inizia senz’altro una nuova carriera da favoliere. Lucrezia Giarratana è invece una giovane illustratrice. Ha allestito una mostra personale, presentata da Lele Luzzati, alla biblioteca De Amicis di Genova dal titolo Pizzi, merletti, streghe e nanetti. Alla fine della presentazione, che ha avuto un momento gioioso con la lettura della fiaba ai molti bimbi presenti, i due autori ci hanno rivelato di avere nuovi progetti insieme. Un sodalizio di successo? Le premesse ci sono.

Il fisarmonicista stonato, Marino Muratore e Lucrezia Giarratana, Campanotto Editore, Eu 7,50

di Mina Vitiello

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Il deserto rosso Di Michelangelo Antonioni Drammatico Italia, 1964 A Ravenna, ridotta a deserto industriale, una giovane borghese nevrotica, moglie di un ingegnere, cerca vanamente un equilibrio, si fa un amante e vaga senza trovare soluzione alla sua crisi.  Guarda la scheda del film