Concerti Magazine Mercoledì 31 gennaio 2001

Pagare per Napster

(se non conoscete napster cliccate qui: Leggi l'articolo )

Da 5 a 10 dollari al mese.
Da giugno, luglio al più tardi, si dovrà sottoscrivere un contratto di “membership” per scaricare mp3 grazie alla rete inventata da Fanning. I più attenti ricorderanno come l’illuminato inventore di Napster abbia ceduto mesi fa alle avance (legali ed economiche) delle multinazionali discografiche, siglando un accordo con la Bertelsmann.
Incassati i quattrini dell’operazione si è ritirato a meditare ai Carabi, lontano dalle critiche dei fans. Una mossa accorta: la Bertelsmann ha comprensibilmente ritirato le accuse di violazione del diritto d’autore, la Sony e la Universal restano sul piede di guerra con le azioni giudiziarie, ma non è da escludere un accordo entro breve. Per la serie: se non puoi batterlo, mettiti con lui.
Napster quindi continuerà ad esistere ora che ha piegato la grande industria, ma dovremo pagarlo. Non si può avere tutto. A Davos (Svizzera) dove si è svolto il Forum sull’Economia Mondiale, Thomas Middelhoff, capo esecutivo della Bertelsmann ha dato la cattiva notizia, asserendo che secondo i suoi dati l’ottanta per cento dei 56 milioni di utenti sarebbe disposto a pagare per gli mp3.
Secondo me si sbaglia di grosso. Anzi probabilmente, visto che i capi delle multinazionali difficilmente sparano cazzate, mentiva. Non so voi, ma io rabbrividisco al sol pensiero che le dichiarazioni sul futuro degli mp3 vengano dalla Svizzera. La gente ama Napster perché è gratuito. Se anche negli Stati Uniti saranno felici di pagare, credo che qui da noi faremo il possibile per trovare una valida alternativa, specie considerando la lentezza delle connessioni e i dieci, venti minuti che si impiegano a scaricare una canzone…
Quindi, per non saper né leggere né scrivere, come dicono i nostri nonni, fatevi un giro in Gnutella e Songspy.


gnutella.wego.com

www.songspy.com

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

The children act Il verdetto Di Richard Eyre Drammatico 2017 Giudice dell'Alta Corte britannica, Fiona Maye è specializzata in diritto di famiglia. Diligente e persuasa di fare sempre la cosa giusta, in tribunale come nella vita, deve decidere del destino di Adam Henry, un diciassettenne testimone di Geova... Guarda la scheda del film