Concerti Magazine Lunedì 21 febbraio 2005

Pane, Nutella e U2

Avevo letto delle avventure di , ho ascoltato i rumors arrivati da amici e parenti disperati per la corsa alla ricerca di un tagliando per vedere la Rock band più famosa del mondo. Come "Indiana Jones alla ricerca dell’arca perduta" hanno interpretato segni, lottato con code chilometriche fin dalla mattina. Hanno sperato e sofferto, ci hanno creduto come i tifosi dell’Inter credono nello scudetto, in modo totale ma assolutamente vano.

Poi dopo ore di ricerche disperate, l’oblio. I biglietti sono spariti, venduti in pochi secondi ai fortunati che potranno godersi gli U2 nel Vertigo Tour 2005 nelle due sole date italiane, quella di Milano e quella di Roma, previste il 20 ed il 23 luglio prossimi e venturi.

Costernazione e rabbia per chi, invece, inseguendo un sogno dal 2001, lo vede infrangersi miseramente sulla vetrina fisica o virtuale dei Ticket store italiani.
Ascolto notizie di ogni tipo fino a quando non capto la notizia più sconvolgente di tutte. C’è chi i biglietti li regala. Mi armo di penna e blocchetto, accendo il PC e mi collego a . Nell’area ricerca digito "U2", poi attendo il caricamento in corso. Scopro un mondo. I biglietti degli U2 per le due date italiane ci sono eccome, ma sono all'asta, quindi il loro valore, in origine inferiore ai 50 euro si è moltiplicato. È la legge del mercato, un bene di nicchia è richiesto molto oltre la sua disponibilità, la domanda supera l’offerta e, di conseguenza il prezzo cresce, cresce, cresce fino ad arrivare a cifre che fanno letteralmente girare la testa, così insegnava il buon vecchio Adam Smith.

Il solo problema è che la vendita di biglietti a prezzi maggiorati è un’attività a rischio di bagarinaggio. Molti si rendono conto di questo e così decidono di regalare i propri biglietti come allegato ad un asta vera di oggetti dall’indubbio valore che, da solo, giustifica il grande valore dei biglietti.

La prima offerta sconvolgente arriva dalla provincia di Torino: “Vendo adesivo Snai + in omaggio 3 biglietti U2 terzo anello non numerato per Milano del 20/07/2005. Solo Seri !!!”. Io sono sempre stato un serio culture degli adesivi e mi accorgo, guardando la mia collezione che un adesivo Snai mi manca. Vorrei comprarlo ma a quanto pare questo "Gronchi rosa" degli adesivi è già stato preso di mira da altri grandi cultori, infatti il suo valore è attualmente sopra i 300 euro.

Continuo a cercare: sono un collezionista testardo. Dopo un'attenta ricerca trovo “Vendo un bel portachiavi in stile giamaicano + regalo: U2 // Vertigo Tour 2005”. Cavolo, ho sempre sognato un portachiavi giamaicano e i 141 euro attuali sono proprio una bella occasione... Ma le sorprese non finiscono qua. Tra le occasioni trovo un "Vendo una bic bellissima e regalo n. 3 biglietti per il concerto di Milano del 20 luglio. I posti sono nel 3° anello rosso non numerato".
Qualcuno vende biglietti predatati di 10 anni, per un concerto tenuto a Roma il 23 luglio del “1995” (le virgolette non sono casuali).
Ricordi e passioni si moltiplicano, c’è chi vende figurine, chi cimeli veri e propri, ingialliti dal tempo come può esserelo un biglietto di Vasco del 1994. C’è anche chi, spinto da grande passione verso la Nutalla/Nutellae, ne vende un bicchiere intero a cui associare i biglietti. Naturalmente il prezzo del barattolino di morbida crema è quello di un Brunello della riserva del 1990, ed è comprensibile. Ho più di un amico che dice che la Nutella, soprattutto in certi momenti della vita, non ha prezzo...

La navigazione in rete mi porta a vedere che il bagarinaggio on line è sotto verifica e, in una nota diffusa dal sito ufficiale degli U2 , si legge dell’appello ad evitare di cadere nelle trappole dei bagarini, denunciando eventuali abusi al sito www.u2.com .
Nessuna notizia, invece, sul fronte Nutella...

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Tempi Moderni Di Charles Chaplin Commedia Usa, 1936 Impazzito per i forsennati ritmi di lavoro della catena di montaggio, Charlot finisce in ospedale e quando ne esce non ha più lavoro. Trova lavoro come cameriere in un ristorante dove canta la sua ragazza, ma deve fuggire e i due si ritrovano all'alba,... Guarda la scheda del film