Magazine Lunedì 29 gennaio 2001

Libreria Annexia

Annexia, una libreria di movimento, si definisce sulla carta. Un punto di incontro. La gente passa, legge, discute, organizza e partecipa alle assemblee nel retro. L'idea è proprio questa. Essere una libreria dove il contatto con il cliente è reale.
Nel retro sono periodicamente organizzate mostre di artisti esordienti, presentazioni di libri, letture di poesie e altre performances artistiche. La libreria collabora con il movimento dei centri sociali: da punto d'incontro e scambio culturale nel centro cittadino a promotrice e organizzatrice di iniziative culturali.
La ragion d'essere di Annexia è precisa: "far convivere letteratura di qualità e cultura hardcore, sperimentazioni sonore, poesia, politica, cyber, punk, fumetto e narrativa estrema, in una parola tutto quello che rifiuta di nascere come semplice merce, pensieri e sensazioni che viaggiano su fanzine, in rete, cose che hanno il coraggio di esistere."
L'idea, spiegano i tre soci Anna, Betta e Luca è "creare un punto di riferimento per tutti quelli che non leggono sotto l'ombrellone, non ascoltano musica leggera, non sono trend e non fanno tendenza, ma devianza. Lungi dal voler dare vita a una realtà pseudosnob tipo negozio da collezionisti o sedicenti intellettualradicalschic."
Bella l'idea e la voglia di essere attivi e comunicativi. Ma cos'hanno di così terribile i "tipi da spiaggia" da essere banditi? Perchè il piacere della lettura deve essere catalogato, perchè volersene appropriare?
Affermando di "fottersene di mode, onde, nuovi fenomeni e andazzi vari" si è già dentro una moda, si è già un fenomeno. Contraddizione congenita di chi volendo essere diverso a tutti i costi, finisce ugualmente per omologarsi, che lo voglia o no.
Chi sono i lettori convenzionali? Un libro è convenzionale perchè lo è l'autore, lo è il lettore? Strano, in un epoca in cui la libertà sembra debba farla da padrona, non si è più liberi di leggere un best-seller alla spiaggia.
di Annamaria Tagliafico

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Il complicato mondo di Nathalie Di David Foenkinos, Stéphane Foenkinos Drammatico 2017 Nathalie Pêcheux è una professoressa di lettere divorziata, cinquantenne in ottima forma e madre premurosa finché non scivola verso una gelosia malata. Se la sua prima vittima è la figlia di diciotto anni, Mathilde, incantevole... Guarda la scheda del film