Magazine Lunedì 29 gennaio 2001

Libreria Annexia

Magazine - Annexia, una libreria di movimento, si definisce sulla carta. Un punto di incontro. La gente passa, legge, discute, organizza e partecipa alle assemblee nel retro. L'idea è proprio questa. Essere una libreria dove il contatto con il cliente è reale.
Nel retro sono periodicamente organizzate mostre di artisti esordienti, presentazioni di libri, letture di poesie e altre performances artistiche. La libreria collabora con il movimento dei centri sociali: da punto d'incontro e scambio culturale nel centro cittadino a promotrice e organizzatrice di iniziative culturali.
La ragion d'essere di Annexia è precisa: "far convivere letteratura di qualità e cultura hardcore, sperimentazioni sonore, poesia, politica, cyber, punk, fumetto e narrativa estrema, in una parola tutto quello che rifiuta di nascere come semplice merce, pensieri e sensazioni che viaggiano su fanzine, in rete, cose che hanno il coraggio di esistere."
L'idea, spiegano i tre soci Anna, Betta e Luca è "creare un punto di riferimento per tutti quelli che non leggono sotto l'ombrellone, non ascoltano musica leggera, non sono trend e non fanno tendenza, ma devianza. Lungi dal voler dare vita a una realtà pseudosnob tipo negozio da collezionisti o sedicenti intellettualradicalschic."
Bella l'idea e la voglia di essere attivi e comunicativi. Ma cos'hanno di così terribile i "tipi da spiaggia" da essere banditi? Perchè il piacere della lettura deve essere catalogato, perchè volersene appropriare?
Affermando di "fottersene di mode, onde, nuovi fenomeni e andazzi vari" si è già dentro una moda, si è già un fenomeno. Contraddizione congenita di chi volendo essere diverso a tutti i costi, finisce ugualmente per omologarsi, che lo voglia o no.
Chi sono i lettori convenzionali? Un libro è convenzionale perchè lo è l'autore, lo è il lettore? Strano, in un epoca in cui la libertà sembra debba farla da padrona, non si è più liberi di leggere un best-seller alla spiaggia.

di Annamaria Tagliafico

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Silence Di Martin Scorsese Drammatico U.S.A., 2016 Nel XVII secolo, due missionari gesuiti intraprendono un viaggio in Giappone ricco di insidie per ritrovare il proprio mentore e indagare su presunte persecuzioni religiose. Guarda la scheda del film