Magazine Martedì 1 febbraio 2005

Non possiamo, perciò si può

Un libro imperniato sull'omosessualità, che affronta il tema dell'essere scrittore. Un saggio per tutti. Una riflessione sulla tradizione e sul contemporaneo. È Perché non possiamo non dirci (Feltrinelli), di Tommaso Giartosio, che verrà presentanto dall'autore, insieme a Paola Guazzo e Massimo Sannelli giovedì 3 febbraio 2005 - ore 18 - presso la libreria Feltrinelli (via XX Settembre 231r).

…non possiamo non parlare dal nostro punto di vista. Ma si può accogliere quello altrui: parlare in pubblico, esistere nel mondo.
Non possiamo rinunciare a testimoniare e denunciare.
Non possiamo perdere il coraggio della fantasia.
Non possiamo non dirci gay, etero, scrittori, lettori, italiani, cittadini del mondo. Ma possiamo ripensare tutte queste parole.
Non possiamo, e per questo si può


Il libro
Saggio scandito in forma di dialogo tra un sé che domanda e un sé che risponde. Parla, come recita il sottotitolo, di omosessualità, letteratura e cose della vita. È una conversazione intensa e piana, mai semplificatrice e triviale, intorno a domande ricorrenti sull’esistenza di "scrittori gay" e di una "letteratura omosessuale", con l’obiettivo primario di trovare risposte approfondite ma concrete e utilizzabili.
E, insieme, è un libro che vuole innescare una riflessione molto più ampia sul rapporto tra omosessualità, tradizione culturale e realtà contemporanea, con l’attenzione rivolta in particolare al contesto italiano. Si parla di scrittori e letteratura, ma anche di impegno politico, di identità italiana, di movimento no global e di altro ancora. La forma dialogante serve a portare alla luce problemi, dubbi, resistenze, aporie.

Perché non possiamo non dirci è un libro che fa perno sull’omosessualità, ma è soprattutto un libro sulla letteratura e su che cosa significa e comporta il mestiere di scrittore. È un libro che si rivolge a lettori sia gay sia eterosessuali, prendendo sul serio i punti di vista di entrambi.

Tommaso Giartosio (Roma 1963) è autore di racconti e saggi. Ha pubblicato tra gli altri Doppio ritratto (Fazi 1998, Premio Bagutta Opera Prima). È uno dei conduttori del programma di Rai-Radio tre Fahrenheit.
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Smetto quando voglio Di Sydney Sibilia Commedia Italia, 2014 Pietro Zinni ha trentasette anni, fa il ricercatore ed è un genio. Ma questo non è sufficiente. Arrivano i tagli all'università e viene licenziato. Cosa può fare per sopravvivere un nerd che nella vita ha sempre e solo studiato?... Guarda la scheda del film