Weekend Magazine Venerdì 31 dicembre 2004

L’orto botanico di Villa Pallavicini

Magazine - Ci sono voluti quattro anni di tempo ma alla fine è tornato in forma. La sua sede è uno dei parchi più belli di Genova, , con il suo magnifico giardino, concepito dall’architetto-scenografo Michele Canzio all'inizio dell’Ottocento.
L’orto botanico ha riaperto i battenti mercoledì 27 ottobre 2004, giusto in tempo per figurare tra le iniziative del con il programma Esplorazione del regno vegetale, un percorso didattico che introduceva i visitatori a vari temi della botanica con l’aiuto degli animatori scientifici.

Si vede subito che i lavori hanno dato un volto nuovo allo spazio, con aiuole e camminamenti ma, almeno per quanto riguarda la parte esterna, c’è ancora un po’ da fare. Alcune delle essenze sono state piantate di recente ed è richiesto un po’ di tempo prima che attecchiscano e raggiungano una taglia giusta. Il percorso esterno comprende la macchia mediterranea, la caratteristica associazione di arbusti aromatici tipica delle nostre coste, assieme ad altri settori con le piante “utili”, aromatiche e velenose, che diventano ottimi esempi per trattare la storia naturale dei vegetali, come si difendono, come producono i profumi…

Le serre, alcune delle quali nuove, sono invece splendide ed ospitano una grande varietà di piante, anche di grande taglia. La struttura più antica attraversa in lunghezza una parte dell’orto: all’interno una magnifica collezione di piante grasse, essenze tropicali da ogni continente e piante carnivore, con tanto di torbiera. Le specie più grandi, tra cui alcuni banani, si trovano invece in una serra più recente: l’aria carica di umidità e le foglie di ogni forma e colore che filtrano la luce del sole, ricreano un’atmosfera piuttosto suggestiva. Le spettacolari felci arboree hanno invece un loro spazio climatizzato in una struttura recentissima, in fondo all’orto. Manca all’appello un’ultima serra, adesso in allestimento, che dovrebbe ospitare la victoria regia, una gigantesca ninfea amazzonica che i visitatori potranno ammirare passando sopra un ponticello sospeso sull’acqua.

Il giardino, realizzato dallo Studio Ghigino & Associati Architetti per conto di AMGA e Aster, è visibile tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9.00 alle 12.30, al prezzo di 3.50 Euro a biglietto. Anche d’inverno e con un tempo non proprio splendido, una visita è perfetta, visto che le serre mantengono alta la temperatura. Senza contare che il parco di Villa Pallavicini risulta piacevole in ogni stagione e all’interno dell’edificio c’è il .

Foto sopra: una delle serre tropicali, circondata da vasi con le piante aromatiche
Foto sotto: la nuova serra delle felci

Oggi al cinema

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film