Concerti Magazine Venerdì 24 dicembre 2004

Death of Silence

Magazine - Leggi le altre notizie musicali su o su

I Death Of Silence definiscono la loro musica Hard Rock ma, a parer mio, questo termine è riduttivo.
La band è certamente attenta alle tendenze nella musica italiana ed internazionale, come testimonia la non trascurabile voce di una ragazza, il cui timbro è un po' "opaco" ma in grado di trasmettere potenza.

In effetti, ultimamente, moltissimi gruppi stanno provando ad "ammorbidire" i propri suoni introducendo una presenza femminile, basti pensare agli Addiction, gruppo crossover fiorentino, o ai 12 Stones nella collaborazione con Amy Lee degli Evanescence (...e gli esempi non finiscono qui...).

Il risultato, anche nel caso dei Death Of Silence, non lascia indifferenti: un prodotto apprezzabile sia da coloro che sono legati ad un rock più duro e pesante, sia a coloro che vanno alla ricerca di suoni orecchiabili.

Il cd omonimo si apre con Unstained, In A Glass Church, un titolo molto invitante per un brano a metà tra il rock ed il metal per l'onnipresenza della chitarra distorta. La cantante dimostra di saper padroneggiare la lingua inglese e di saper modulare l'emissione vocale creando un effetto interessante.

Il secondo pezzo prende il nome di In The Rain, molto malinconico e più lento rispetto al precedente. Un unico difetto: il gruppo potrebbe trasmettere più energia ma rimane sempre piuttosto piatto, anche quando la musica si fa più intensa e la cantante si scatena.

Si procede con A Scream In The Silence, qui fanno capolino alcuni effetti elettronici, mostrando il lato più tendente al progressive metal, che fin'ora era rimasto nascosto. A differenza del precedente, vi è un'esplosione nel ritornello...tutto da ascoltare.

Il cd si chiude con Ask Me To Stay, la traccia che ho preferito. Ecco che finalmente troviamo una voce maschile ed il growl della cantante in una climax musicale.

Il disco dei Death Of Silence esula da ciò che siamo abituati ad ascoltare a Genova e mostra quanto gli artisti della nostra cittadina non siano proprio chiusi nel loro orizzonte come sembrerebbe, ma invece attenti alle nascenti tendenze. Il loro lavoro, curato nella produzione artistica da Pier Gonella dei , risulta perciò decisamente apprezzabile e non lascia di certo indifferente l’ascoltatore.

A Gennaio potremo vederli dal vivo come partecipanti al concorso Emergenza Festival, presso il Logo Loco di via Degola (Genova Sampierdarena). Un appuntamento al quale non mancheremo di sicuro.

Tracklist
1. Unstained, In A Glass Church (04’11’’)
2. In The Rain (04’19’’)
3. A Scream In The Silence (04’05’’)
4. Ask Me To Stay (03’55’’)

Vale

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film