Magazine Giovedì 23 dicembre 2004

Giochi color ambra

Magazine - Con sapienza maieutica, come ha detto lei stessa, Marina Giardina, mercoledì 22 dicembre alla , ci ha fatto conoscere la poetessa Daniela Pederzolli.
Marina Giardina, attraverso domande precise, ha illustrato la caratteristica poetica di Daniela; una poetessa mossa dall’esigenza di raccogliere emozioni, esperienze fatte al tempo dell’infanzia ed ora ricomposte in parole, in una forma poetica fatta di attimi. Una poesia descrittiva di suoni, profumi, sapori, dove protagonista è soprattutto il deserto con le sue luci, la sua vita e le sue genti. Infatti, Daniela è nata a Casablanca e lì ha vissuto fino all’età di 8 anni; successivamente si è trasferita a Genova. In Marocco è ritornata poi diverse volte ed in ogni occasione si è ritrovata a rivivere quelle intense emozioni provate da bambina.

Marina Giardina chiede se Daniela si sentirebbe di essere oggi una donna dell’harem. Daniela risponde di sì…ma questa è solo una donna immaginata, è solo un pensiero di rimbalzo…un sentito dire…
No, poi Daniela non ritornerebbe a quella vita. Di quel periodo in Africa ricorda anche inquietudine e un certo tipo di violenza. Oggi quel mondo lo vive da turista. Oggi Daniela, con sensibilità e timidezza, ci dice che ha scritto queste poesie da poco tempo ed in un breve periodo. Quel tempo passato tradotto in versi veloci, lo ha riportato alla memoria illustrandolo anche con disegni suoi, nel piccolo libro: Giochi color ambra.
Le emozioni di Daniela sono riservate ad un mondo esotico, ad un sogno di Mille e una notte; sono le fantasie di bambina che immagina una realtà per poi liberarla in versi spontanei e musicali. Sono la rivisitazione di luoghi e suggestioni che rivivono nella memoria.

Nell’incontro vengono lette dall’autrice due poesie: Alazai – antiche carovane del sale facenti parte della tradizione Tuareg - e La mia terra d’Africa - che, come sostiene Marina, è la sintesi del suo libro; non a caso l’illustrazione della pagina è un vaso che potrebbe raccogliere i ricordi delle emozioni in Africa.
Marina Giardina infine annota che la Caroggio Editore nell’editare questi libri di poesie, accomuna autori che vogliono conservare, fare memoria, recuperando nella forma di un libro, esperienze intime e sentimenti poetici. Ancora qualche annotazione del pubblico per esprimere un augurio di lunga vita alla poesia. Qualunque essa sia.

Giochi color ambra
di Daniella Pederzolli
Caroggio Editore
8 euro

Giorgio Boratto

Nella foto: Daniela Pederzoli e Marina Giardina

di Laura Calevo

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Jules e Jim Di François Truffaut Drammatico Francia, 1962 Ambientato a Parigi, nel 1907, racconta la storia di due studenti, l'austriaco Jules, e il francese Jim, legati da una profonda amicizia, perché accomunati dagli stessi gusti artistici e letterari. Il loro legame viene sconvolto dall'incontro casuale... Guarda la scheda del film