Parliamo d'Europa - Magazine

Attualità Magazine Martedì 23 novembre 2004

Parliamo d'Europa

Magazine - L’Europa è vicina. Noi siamo l’Europa perché siamo in Europa.
Eppure molte delle problematiche e delle potenzialità di questa partecipazione, la stessa svolta storica dell’allargamento dell’Unione Europea e della creazione di una costituzione, restano in gran parte ancora da capire e conoscere.

Dove va l’Europa? Quale il ruolo dei nuovi europei-italiani, europei-francesi, europei-tedeschi o polacchi? Nell’anno che volge ormai al termine e che ha visto Genova Capitale Europea della Cultura, la città è stata teatro privilegiato di dibattiti internazionali, che si sono susseguiti in un’agenda serrata di appuntamenti – più o meno noti, ma sempre illustri – che hanno toccando le diverse materie culturali e sociali che dentro l’Europa si stanno dibattendo, portando alla luce ricerche, risultati e riflessioni dell’ultima ora. Innumerevoli gli ospiti illustri provenienti dall’Europa e dal mondo - specie nel corso del Festival della Scienza - che si sono prestati a contribuire al dibattito culturale di questo 2004. Le lauree ad honorem sono state più di trenta ed anche questa è stata un’occasione eccezionale di ascoltare voci illustri.

E’ di ieri la più recente conferita allo scrittore della Bosnia-Erzegovina , dalla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Genova. Nell’occasione lo slavista presenta a Genova due riflessioni: la prima, con la lectio magistralis all’università, sul tema “Il Mediterraneo e l’Europa”, e nel pomeriggio di oggi, venerdì 26 (leggi sotto per i dettagli), in qualità di ospite del Workshop di E.L.M (Europa Liguria Mediterraneo) dedicato al tema Nord-Ovest, Italia: oltre il “Mi-To”, tra Europa e Mediterraneo, Matvejevic tratterà la questione de Il Mediterraneo e una nuova architettura delle frontiere.

E allora parliamo d'Europa in modo sistematico, ecco perché è nato - da poco più di un mese - il Centro per le politiche europee E.L.M. Europa Liguria Mediterraneo. Un’associazione con l’intento di creare e favorire il collegamento tra la Liguria, e più in generale le regioni del Nord-ovest italiano, e l’Europa per rendere nota ai cittadini l’attività e le questioni dibattute a livello istituzionale europeo. La neonata associazione, promossa dall’europarlamentare Marta Vincenzi, vanta già l’adesione di autorevoli rappresentati di riviste e università italiane che del tema Europa si occupano da tempo: Mimmo Candito (direttore della rivista Indice), Michele Capasso (presidente della Fondazione Laboratorio Mediterraneo, di Napoli), Lucio Caracciolo (giornalista esperto di politica internazionale, direttore della rivista Limes), Janiki Cingoli (direttore del Centro Italiano per la Pace in Medio-Oriente), Vincenzo Ferrari (sociologo e preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Statale di Milano), la giornalista Beatrice Rangoni Macchiavelli (direttrice della rivista Stati Uniti d’Europa), Enzo Marzo (direttore della rivista Critica Liberale), il già citato Predrag Matvejevic (anche docente all’università La Sapienza di Roma), Luciano Pellicani (direttore della Scuola Superiore di Giornalismo di Roma e della rivista Mondo Operaio), la regista e produttrice cinematografica Marina Piperno e il filosofo Giuseppe Vacca (presidente della Fondazione Istituto Gramsci).
Oltre a promuovere incontri, dibattiti e seminari sempre in sedi diverse, proprio sull'idea di mettere in rete diverse realtà interessate e operanti nello stesso ambito, E.L.M. intende creare eventi e istituire borse di studio per gli universitari. L’obiettivo è quello di proporre un evento al mese – per lo più nella formula di giornate di studio aperte al pubblico - che tenga viva l’attenzione sull’attualità dell’Europa e le questioni istituzionali, culturali, religiose e sociali che essa affronta, proponendo così una vasta sensibilizzazione.

Il Centro ha al suo attivo già diversi incontri a cui si aggiunge quello di questo pomeriggio, venerdì 26, che si terrà alla Sala Paganini, dell’Hotel Bristol (via XX Settembre 33, Genova) a partire dalle ore 15. Come la definiscono gli organizzatori la giornata è “un’occasione per discutere, in una prospettiva europea, del presente e del futuro della macroregione Liguria-Piemonte-Lombardia evidenziando come la Liguria, porta sul bacino del Mediterraneo e snodo cruciale, sia un fondamentale trait d’union tra l’Europa e il mare. Un workshop a più voci per tracciare le linee guida dei progetti da attuare e dei percorsi da seguire nel campo delle infrastrutture, dei porti, del turismo, dell’università e della ricerca.
Ulteriori info sul sito www.elm.ge.it o scrivendo all’indirizzo email .

Segnaliamo un altro appuntamento di venerdì 26, alle 17.30, a Palazzo Tursi, su questioni europee: "La rielezione di Bush. Quali riflessi in Italia e in Europa". Una conversazione sui nuovi scenari tra l'europarlamentare Giulietto Chiesa e il giornalista e direttore del Lavoro, Franco Manzitti, coordina Salvatore Ottavio Cosma.

Potrebbe interessarti anche: , Cosa sono e come funzionano i lettori Rfid per la rilevazione delle presenze , Arriva sul mercato il DJI Osmo mobile 3 , Pannelli solari: quanto costano e come installarli. Tutti i vantaggi dell'energia solare , Aumentare la visibilità della tua azienda con Google Mybusiness , Come trattare un narcisista e creare una relazione sana