Pina Bausch è in città - Magazine

Teatro Magazine Teatro della Corte Martedì 16 novembre 2004

Pina Bausch è in città

Magazine - Arriva al Teatro della Corte, la mitica compagnia di , grande coreografa tedesca universalmente considerata il punto di riferimento di tutto il teatro-danza contemporaneo.

Da giovedì 18 novembre e solo per tre rappresentazioni (giovedì 18 e sabato 20, ore 20.30; domenica 21 novembre, ore 16.00), , uno spettacolo del 1978 i cui protagonisti, una ventina di ballerini, sono entrati come indica il titolo ormai nella terza età.

Come scrive Gabriella Gori su Drammaturgia.it, è uno spettacolo "dove la terza età dimostra di conoscere assai bene l'arte di invecchiare con ironia, nostalgia, sarcasmo e umanità. Spettacolo culto del Tanztheater neoespressionista tedesco, di cui Pina Bausch è il corifeo indiscusso, Kontakthof, il "luogo dei contatti", ...nella nuova versione, curata dalla stessa Bausch, dell'omonima pièce datata 1978 e all'epoca interpretata dai "danzattori" del primo Wuppertaler Tanztheater, roccaforte del Teatrodanza.
Leggi tutta la recensione .

Attraverso i loro corpi e la loro intatta gioia di vivere, Pina Bausch mette in scena una rappresentazione piena di allegria e di commozione, che parla delle relazioni umane, della sofferenza e della felicità che animano il corpo in movimento.
Kontakthof è uno spettacolo fatto di sketches e di piccoli racconti che si susseguono, s'intrecciano e si integrano. In un continuo dinamismo si va a costruire, quasi per caso, l’avventura emotiva che caratterizza la vita di ciascuno. Il luogo scenico è semplice ed essenziale, perché quello che conta veramente in Kontakthof è la vita che dentro a questo spazio irrompe attraverso l'alta professionalità dei corpi dei suoi protagonisti: ognuno alla ricerca dell’amore, attraverso le variazioni di mille modi seduttivi.

Proseguendo nella sua ricerca estetica, che dal 1973 ha trovato sede operativa a Wuppertal, in Germania, Pina Bausch affronta in questo spettacolo una tematica umana e sociale di grande attualità, confermando tutte le sue qualità di artista sempre aperta alla sperimentazione del nuovo.

Prodotto dal Tanztheater Wuppertal "Pina Bausch" e presentato in Italia dalla Andres Neumann International, Kontakthof mit Damen und Herren ab 65 viene proposto a Genova nell'ambito del Festival Teatri d'Europa, organizzato dal Teatro Stabile di Genova in collaborazione con Genova 2004.

Clicca su www.happyticket.it e non perdere l'occasione scegli il tuo posto tra quelli ancora disponibili.

Ma non finisce qui.
Infatti sabato 20 novembre, alle 18, inaugura una mostra fotografica all'H.O.P. Altrove tutta dedicata alla coreografa, ritratta tra il 1994 ed il 1996 dall’artista belga Maarten Vanden Abeele e curata da Sonia Schoonejans.

La mostra, che coglie i frammenti di venti diverse coreografie realizzate per il teatro e per il cinema, è il risultato di un’intensa collaborazione tra la coreografa ed il fotografo: lei domina il movimento dei corpi, lui ne ritrae l’anima. La selezione delle immagini, oltre a rappresentare un documento del lavoro della grande artista tedesca, offre una personale ed intensa interpretazione: dalle foto emerge "un’umanità sofferente ma tenace, disperata ma anche ricca di humour, crudele e tenera allo stesso tempo", come scrive il critico Sonia Schoonejans.

L’esposizione è stata presentata per la prima volta a Parigi al Convento dei Cordeliers nel 1996.
Ingresso libero - da martedì a sabato, dalle ore 18.00, (chiusura domenica e lunedì). Info: 010 2511934 - dal Martedì al Sabato, ore 14-18 -

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin