Magazine Venerdì 12 novembre 2004

Il Trainspotting dei Ghiacci

Lunedì 15 novembre, alle 17.30, Hallgrímur Helgason sarà ospite di , la serie di incontri coordinata da Sergio Buonadonna per l’anno di Genova Capitale Europea della Cultura.
L’appuntamento è presso il Foyer del Teatro della Tosse, in Sant’Agostino (Piazza Renato Negri 4 – Genova).

Saranno Maria Cristina Castellani e Sergio Buonadonna a presentare lo scrittore islandese. Ma durante l'incontro avranno luogo anche degli "interventi teatrali" del Teatro della Tosse, ideati da Sergio Maifredi e interpretati da Lisa Galantini ed Enrico Campanati. Non solo, ci saranno anche gli intermezzi punkrock del gruppo I Revolver e ancora i brani video dal film 101 Reykjavík, ispirato all'omonimo libro di Helgason.

Protagonista del romanzo “101 Reykjavík” è il trentenne Hlinur, antieroe dei ghiacci urbani di Islanda, ancora aggrappato al cordone ombelicale della mamma. Disoccupato ma felice del sussidio statale, conduce una vita sregolata fatta di musica pop-rock.punk, chat hard, sesso e video porno, sigarette e sostanze, dormendo di giorno e frequentando di notte fumosi bar di Reykjavík. Saranno le donne, a cominciare da Lolla, fumatrice di canne e fidanzata di mammà, a prendersi la rivincita mettendolo prima all’angolo e poi al tappeto, in una girandola di gravidanze di cui, in un modo o nell’altro, il nostro eroe è responsabile.

Hallgrímur Helgason
È nato nel 1959 a Reykjavík (Islanda), dove risiede e lavora. Frequenta l’Accademia di Belle Arti nella capitale e l’Akademie für die Bildenden Künste di Monaco. Artista eclettico, negli ultimi vent’anni ha esposto in numerose collettive e personali in Islanda e all’estero, in particolare a Boston, New York, Malmö, Parigi, dove ha vissuto per cinque anni. Romanziere, poeta, drammaturgo, attore, disegnatore e pubblicista, ha lavorato anche in radio e in televisione. La fama internazionale arriva nel 1996, con il romanzo cult 101 Reykjavík (Guanda, 2001), esilarante farsa grottesca tradotta in dieci lingue e diventata anche un film nel 2001 con l’almodovariana Victoria Abril per la regia di Balatasar Kormakur.

Nella foto: Hallgrímur Helgason
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film