Magazine Venerdì 12 novembre 2004

Il Trainspotting dei Ghiacci

Magazine - Lunedì 15 novembre, alle 17.30, Hallgrímur Helgason sarà ospite di , la serie di incontri coordinata da Sergio Buonadonna per l’anno di Genova Capitale Europea della Cultura.
L’appuntamento è presso il Foyer del Teatro della Tosse, in Sant’Agostino (Piazza Renato Negri 4 – Genova).

Saranno Maria Cristina Castellani e Sergio Buonadonna a presentare lo scrittore islandese. Ma durante l'incontro avranno luogo anche degli "interventi teatrali" del Teatro della Tosse, ideati da Sergio Maifredi e interpretati da Lisa Galantini ed Enrico Campanati. Non solo, ci saranno anche gli intermezzi punkrock del gruppo I Revolver e ancora i brani video dal film 101 Reykjavík, ispirato all'omonimo libro di Helgason.

Protagonista del romanzo “101 Reykjavík” è il trentenne Hlinur, antieroe dei ghiacci urbani di Islanda, ancora aggrappato al cordone ombelicale della mamma. Disoccupato ma felice del sussidio statale, conduce una vita sregolata fatta di musica pop-rock.punk, chat hard, sesso e video porno, sigarette e sostanze, dormendo di giorno e frequentando di notte fumosi bar di Reykjavík. Saranno le donne, a cominciare da Lolla, fumatrice di canne e fidanzata di mammà, a prendersi la rivincita mettendolo prima all’angolo e poi al tappeto, in una girandola di gravidanze di cui, in un modo o nell’altro, il nostro eroe è responsabile.

Hallgrímur Helgason
È nato nel 1959 a Reykjavík (Islanda), dove risiede e lavora. Frequenta l’Accademia di Belle Arti nella capitale e l’Akademie für die Bildenden Künste di Monaco. Artista eclettico, negli ultimi vent’anni ha esposto in numerose collettive e personali in Islanda e all’estero, in particolare a Boston, New York, Malmö, Parigi, dove ha vissuto per cinque anni. Romanziere, poeta, drammaturgo, attore, disegnatore e pubblicista, ha lavorato anche in radio e in televisione. La fama internazionale arriva nel 1996, con il romanzo cult 101 Reykjavík (Guanda, 2001), esilarante farsa grottesca tradotta in dieci lingue e diventata anche un film nel 2001 con l’almodovariana Victoria Abril per la regia di Balatasar Kormakur.

Nella foto: Hallgrímur Helgason

di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Tre volti Di Jafar Panahi Drammatico Iran, 2018 Quando riceve il video di una giovane che implora il suo aiuto, la famosa attrice Behnaz Jafari abbandona il set e insieme Jafar Panahi si mette in viaggio per raggiungere la ragazza. Il film è stato premiato al Festival di Cannes. Guarda la scheda del film