Concerti Magazine Venerdì 12 novembre 2004

Genovatune

Leggi le altre notizie musicali di su mentelocale o direttamente su www.genovatune.net

...Un lavoro che non ha pretese, è solo un omaggio a quegli artisti che riteniamo siano tra i più significativi degli anni '60-'70, quelli che in definitiva hanno fatto la storia del rock, storia nella quale, seppur in piccola parte, siamo entrati anche noi....

Sono quasi a disagio a dover recensire un gruppo che ha avuto il suo apice di successo quando i miei genitori erano dei ragazzi, una compilation in cui sitrovano canzoni che hanno fatto la storia della musica, le fondamenta su cui ora capeggiano i gruppi della nostra di epoca. È incredibile comunque come band che non appartengono alla mia generazione riescano a divertirmi e a farmi canticchiare canzoni che bene o male conosco, che mi facevano ascoltare quando ero piccola e che continuano a girare alle radio o nelle pubblicità perchè sono già storia.

Parlo di A Whiter Shade Of Pale, di California Dreamin e ancora Brown Sugar e Whith A Little Help From My Friends.

Molto divertente la intro con tanto di accento genovese: «Hey Gianni te li ricordi i Rolling Stones?». «Certo». «Cantami Un Pezzo» e poi parte una rivisitazione acustica di I Can't Get No Satisfaction...

La musica dei Bit Nik è così, semplice, accompagnata da una grande abilità tecnica acquisita durante gli anni. Nel cd non c'è l'ambiziosa pretesa di migliorare brani (peraltro già perfetti) ma quella di offrire un tributo a dei grandi artisti riconosciuti come tali e quindi inimitabili.

Presa da un momento di raccoglimento mi chiedo se le future generazioni si ricorderanno di questi pezzi anche se non avranno, a differenza di me, un padre che ama i Beatles ed una madre che adora i Rolling Stones. Forse oramai queste tracce vivono di vita propria e sono parte della tradizione che in quanto tale non può essere dimenticata, oppure i generi saranno contaminati a tal punto che si dimenticherà tutta la parte precedente. Beh, magari con questa breve recensione, che più che altro è un monologo, darò il mio contributo mettendo in rete la professione alla fede musicale che comprende tutta questa arte e non solo una parte...

Complimenti ai BIT NIK!!!

Vale

Nella foto: Joe Cocker

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Hannah Arendt Di Margarethe Von Trotta Drammatico Germania, Lussemburgo, Francia, 2012 Scappata dagli orrori della Germania nazista, la filosofa ebreo-tedesca Hannah Arendt nel 1940 trova rifugio insieme al marito e alla madre negli Stati Uniti, grazie all'aiuto del giornalista americano Varian Fry. Qui, dopo aver lavorato come tutor universitario... Guarda la scheda del film