Concerti Magazine Giovedì 11 novembre 2004

Giovani musicisti spiccano il volo

«La nostra vita è una colonna sonora che va dalla nascita fino a quando si crepa: la musica non è superflua, è una necessità». Questa frase di Aldo Bennici, direttore artistico del CIDIM, riassume lo spirito dell’iniziativa Nuove Carriere, giunta ormai alla settima edizione. Per il 2004 sarà Genova ad ospitare, dall’11 al 15 novembre (in varie sedi), questa rassegna musicale, nata nel ’98 per favorire l’avvio alla carriera di alcuni fra i migliori giovani interpreti italiani, presentandoli agli operatori internazionali.

Il CIDIM, Comitato Nazionale Italiano Musica, è il principale promotore dell’iniziativa, che consente ai giovani musicisti di esibirsi dal vivo: «Oggi le selezioni avvengono attraverso registrazioni e video, “Nuove carriere” è un’ulteriore occasione, certa e definitiva, per capire chi ha le qualità del concertista. Le vie maestre per la musica sono durissime e passano attraverso i grandi concorsi internazionali. Noi offriamo un supporto per aiutare i ragazzi ad orientarsi e a farsi strada», spiega Pietro Borgonovo, direttore del GOG, Giovine Orchestra Genovese.

Il CIDIM porta i “suoi ragazzi” in concerto nei paesi dell’America Latina e in Albania. Questa ulteriore attività del comitato rappresenta un’importante azione politica molto apprezzata dalle ambasciate che si sono addirittura unite per creare un unico calendario musicale comune.

«Qualche volta ci chiediamo se la nostra sia una scelta giusta: i musicisti si cercano tradizionalmente col passaparola. In questo modo però, non tutti hanno l’occasione di farsi conoscere. Da quest’anno abbiamo istituito un’audizione permanente alla quale chiunque può partecipare. Basta inviare una registrazione che verrà sicuramente esaminata», spiega Aldo Bennici e continua, «di musica in giro ce n’è anche troppa, il problema sono i giovani. Tutti puntano ai grandi nomi per avere un ritorno d’immagine. Abbiamo proposto a tante associazioni di prendere nostri concertisti facendoci carico della metà del loro onorario. È stato un grande successo: lo stato dovrebbe finanziare questo tipo di iniziative».

Contemporaneamente alla rassegna si terrà, il 13 e il 14 novembre, un convegno dedicato alla promozione dei giovani musicisti in alcuni paesi europei e un incontro col direttore della sezione per lo Spettacolo dal Vivo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: «sarà un’occasione per capire cosa dobbiamo aspettarci dal futuro. Al momento la situazione è tragica, i contributi statali sono minimi e non abbiamo certezze sui fondi 2005. Le associazioni sono in difficoltà, quelle più piccole chiudono. Oggi cerchiamo di garantire la stessa qualità di dieci anni fa con la differenza che abbiamo circa la metà dei fondi. Altro tasto dolente sono i repertori proposti: siamo rimasti agli anni 50 e di musica contemporanea, neanche a parlarne», conclude Francesco Agnello, presidente CIDIM.

Per il programma dettagliato della rassegna clicca .
Info: GOG, tel 010 2510078
CIDIM, tel 06 6819061.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Un figlio all'improvviso Di Vincent Lobelle, Sébastien Thiery Commedia Francia, 2017 Tornando a casa, i coniugi Prioux scoprono che un certo Patrick si è trasferito nella loro abitazione. Patrick sostiene di essere loro figlio e di essere tornato per presentargli la fidanzata ma i Prioux non hanno mai avuto alcun figlio. Ma chi è davvero... Guarda la scheda del film