Concerti Magazine Giovedì 11 novembre 2004

Sensasciou e Neffa al Ju-Bamboo

Dopo un viaggio di 4 giorni nel paese delle ombre, Bob Quadrelli ritorna al mondo con rinnovata passione, insieme al vecchio compagno di strada Bobby Soul aka Alberto De Benedetti e ad un trio di giovani musicisti. L’appuntamento con i è per venerdì 12 novembre al Ju-Bamboo (6 euro con consumazione).

La formula del suono genovese con reminescenze di cori polifonici miscelato con le atmosfere di un funk/reggae/dub tinto da una vena psichedelica è l'emblema di questo progetto in continuo cambiamento, ma che mantiene viva l'intenzione di usare un linguaggio non omologato grazie al dialetto. Il titolo di questo lavoro è Na Bunn-a sperlenghéjua, di buonaugurio per una lunga vita ai Sensasciou, alfieri delle tradizioni antiche ma con uno sguardo al futuro.
Sabato 13 Novembre, sempre al Ju-Bamboo, sarà la volta di & Custodie Cautelari (15 euro con consumazione). La formula vincente delle Custodie Cautelari ha visto la partecipazione di un enorme numero di artisti di calibro nazionale: ora è il momento di Neffa che, oltre a cantare diversi suoi successi (Prima di andare via, La mia signorina, tra gli altri) e diverse cover, si cimenterà nuovamente con il suo primo amore:la batteria.

La carriera musicale di Neffa, segnato all’anagrafe con il nome di Giovanni Pellino, comincia verso il finire degli anni '80, con una vocazione per gli strumenti a percussione. Nato come batterista, infatti, esprime il suo spontaneo talento ritmico suonando, con lo pseudonimo di Jeff Pellino, insieme ad alcuni gruppi hard-core italiani tra cui vale la pena ricordare i Negazione, popolare formazione punk che, all’apice della carriera, riuscì persino ad aprirsi un varco nelle classifiche americane. Con gli anni ’90, i contatti con la scena Rap italiana trasformano le passioni musicali di Giovanni, che adotta lo pseudonimo di Neffa.

Nella foto: Neffa

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Eraserhead La mente che cancella Di David Lynch Horror Usa, 1977 Henry Spencer, tipografo, vive da solo in uno squallido appartamento fra le allucinazioni che la sua mente malata visualizza. Durante un grottesco pranzo in casa dei suoceri, apprende che Mary, la sua ragazza è incinta e viene obbligato a sposarla,... Guarda la scheda del film