Le meraviglie della blogosfera - Magazine

Attualità Magazine Giovedì 11 novembre 2004

Le meraviglie della blogosfera

Magazine - Volenti o nolenti è diventata una moda nel web e molti, anche tra gli scettici giornalisti, vi si sono lanciati. Parlo del , quella strana esperienza virtuale che mette in rete il proprio personale diario, ma che si è presto evoluta e oggi, per mano appunto di penne autorevoli, diventa un modo informale per parlare di tematiche attualissime, dell’ultima ora, in modo meno paludato rispetto alla carta stampata.
In Italia, la prima pubblicazione su e dentro il fenomeno blog è di Francesca Mazzucato, autrice di .

Sulla rete gli indirizzi sono moltissimi, eccone alcuni noti di giornalisti blogger:
www.wittgenstein.it di Luca Sofri, figlio di Adriano.
pinoscaccia.homestead.com/home.html .
blog.repubblica.it/rblog/page/Lcoen , di L. Coen, penna della Repubblica, uno dei molti sulle pagine del quotidiano online.

Insomma, seguendo la vena più intima del web, si tratta di liberi pensieri quotidiani, ma anche di una lettura incessante delle novità o strampalerie del web, con una selezione di ciò che è utile e ciò che non lo è, per indirizzare gli altri verso pagine interessanti. Quindi anche uno strumento, dove si danno dritte e suggerimenti su musica, libri, altri siti e blog; una vera e propria directory soggettiva da condividere, come i vecchi amici fanno con le personali top ten.

Da poco meno di un mese è tra noi, nella rete, un nuovo Blog, tutto genovese: www.bloggenova.it , pensato e realizzato da Ottavio Traverso - già editore, per esempio, di Passport (Mensile turistico della Provincia di Genova) - e dalla longa mano tecnologica di Antonio Petruzzella.
In verità più che di un blog di tipo tradizionale (lo so che fa ridere la parola, ma ormai ci sono linee condivise tra i blogger), con post aggiornati di giorno in giorno, questo è un sito-blog che vuole farsi piazza virtuale per il dibattito sociale e politico locale.
“Per ora”, come afferma l’ideatore Ottavio Traverso, “è solo un neonato, che speriamo però di far diventare presto un moccioso”. Ad essere sinceri gli manca un po’ di sprint: gli articoli sono un po’ lunghi e solo andando ad inserire un commento si scopre che è un blog moderato. Al momento è suddiviso su tre colonne: a sinistra una parte dedicata ai link, che a differenza dei blog più diffusi, non rimandano ad altri blog interessanti, ma a siti più o meno istituzionali. Al centro Gli articoli del giorno, (uno sull’Istituto italiano di tecnologia (Iit) e l’altro sul centro storico), che non hanno data, come già detto sono un po’ lunghetti e soprattutto sono gli stessi dall’inizio, il che genera quella certa delusione del navigatore, che teme di entrare in un luogo abbandonato (basterebbe un breve post a settimana per risollevare il morale del navigatore fiducioso).
Infine, sul lato destro, spazio ai sondaggi che, come avverte un messaggio introduttivo, daranno lo spunto per incontri fisici sui quesiti più votati.

Per essere veramente rompini si potrebbe aggiungere che, per coinvolgere e stimolare alla partecipazione il massimo numero di persone, sarebbe utile spostare alcuni dei commenti giunti al blog sui due articoli di punta direttamente sulla homepage, dando così dimostrazione della comunità nascente. Infine, segnalare il numero dei post accanto all’articolo rincuorerebbe il solito navigatore fiducioso.

Comunque, ben arrivato Bloggenova. Non aspettiamo altro che cresca e si confronti con i suoi simili per evolvere in armonia e diventare un vero moccioso, con tutte le simpatiche canaglierie che solo un moccioso è in grado di mettere in piedi.

Dato che siamo in argomento, segnalo un altro blog, quello di un giovane genovese (vedi anche ), molto intrippato con il genere, al punto d’aver convinto qualcuno all’Università che poteva essere argomento di tesi di laurea – e ci è riuscito, cum laude. In arte si fa chiamare Onino, come il suo blog, www.onino.it ovvero "sezioni orizzontali di cervello trafitte da una cannuccia". Su Onino.it, di Cristiano Siri, trovate link ad altri blog, discussioni su news dell’ultima ora e un sacco di altri deliri monomaniacali tipici di un ego molto sviluppato, ma certamente preparato. Cristiano si è anche lanciato sul Photolog, il che rigenovesizza il suo blog e, allo stesso tempo, dà un altro esempio delle molte e possibili vie di espressione della blogosfera.

Per farsi un giro serio tra blog “ufficiali” e aggiornati, eccovi una listina e un paio di directory dentro cui perdervi o ritrovarvi tematicamente:

, directory italiana
, forse la migliore directory americana
, come recita il sito stesso (tradotto): il più grande servizio integrato per cercare, sotttoscrivere, pubblicare e condividere news feeds, blogs e altri contenuti del web. È gratuito e facile da usare.

Il bello dei BLOG è che uno tira l’altro, in un infinito e intricato microuniverso di chiacchiere, spesso anche molto illuminanti, sulle tematiche più diverse. L'organo pensante e critico del web.

Potrebbe interessarti anche: , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte