Concerti Magazine Mercoledì 10 novembre 2004

Autunno classico

Magazine - Ai blocchi di partenza la 14esima edizione degli Incontri Internazionali dei Conservatori di Musica del Mediterraneo, organizzata ed ospitata a Genova dal in collaborazione con ECUME (Echanges Culturels en Méditerranée) nell’ambito delle manifestazioni per .

Da lunedì 15 a venerdì 19 novembre, oltre centocinquanta artisti provenienti da Aix-en-Provence, Alessandria d’Egitto, Algeri, Amman, il Cairo, Damasco, Istambul, Gerusalemme, Kaslik, La Valletta, Marsiglia, Salonicco, Sfax, Spalato e Tunisi parteciperanno al fitto calendario di concerti, seminari, master classes e tavole rotonde, quest’anno dedicate al Virtuosismo.

La manifestazione avrà varie sedi sparse per la città: dal (Villa Bombrini, via Albaro 38) al Carlo Felice, fino a Palazzo Tursi e al Terminal Traghetti. A bordo della Grimaldi “Suprema”, infatti, lunedì 15 alle 11, si terrà la cerimonia di inaugurazione. Per l’occasione si esibiranno il violinista Mario Trabucco, il violoncellista Matteo Ronchini e Nabil Abdmouleh in un’improvvisazione per lo strumento a fiato “ney”.

I cinque giorni presentano un calendario fittissimo e tutte le iniziative saranno ad ingresso libero.
Nella città paganiniana, le delegazioni potranno ammirare il celeberrimo appartenuto al più grande virtuoso di tutti i tempi, martedì 16 - alle 11 - presso il salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, suonato da Mario Trabucco.

Mercoledì 17 alle 21, grande concerto al teatro : di scena prima l’Orchestra del “Paganini” diretta da Angelo Guaragna, poi l’Orchestra Sinfonica Nazionale Siriana diretta da Missak Baghboudarian che offrirà ben tre prime esecuzioni assolute.
E poi ancora, la Tavola Rotonda (giovedì 18 a Villa Bombrini) che riunirà circa venti direttori di Conservatori e Facoltà Musicali del Mediterraneo, e l’incontro col compositore Luis de Pablo, sempre giovedì alle 16 (prevista una tavola rotonda sul virtuosismo sonoro della musica spagnola, con la partecipazione, fra gli altri, di Paolo Scarnecchia, Carmen Vilalta, Mauro Balma, Massimo Lauricella, Raffaele Cecconi, Luigi Giachino e Carlo Galante) e alle 19 (concerto col soprano Ekaterina Gaidanskaia, il clarinettista Giulio Alberti e il pianista Massimiliano Damerini).

Oltre venti le occasioni di incontro fra le diverse realtà musicali e didattiche: cuore della manifestazione saranno le master classes realizzate da vari esperti. Per tutta la durata degli incontri sarà visitabile, nel foyer e nel salone del Conservatorio, la mostra titolata Architettura e Musica curata da Paolo Cecchinelli.

Potrebbe interessarti anche: , Festival di Sanremo 2019: Bisio e Virginia Raffaele sul palco con Baglioni , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte

Oggi al cinema

Non ci resta che il crimine Di Massimiliano Bruno Commedia Italia, 2019 Coverciano era infatti il luogo ideale per un film in cui la passione per il calcio e la vittoria ai Mondiali in quell’estate italiana del 1982 - in cui Per uno scherzo del destino, i protagonisti vengono imprevedibilmente catapultati a Coverciano... Guarda la scheda del film