Concerti Magazine Venerdì 5 novembre 2004

Sintonizzati su Genovatune

Magazine - di rimanere sintonizzati, che qualcosa sarebbe successo. Et voilà. Ecco a voi la prima puntata di una nuova rubrichina tutta musicale. Saranno gli amici di (Chiara, Pazuzu, Malibran, Valeria, Aleph...) a tenervi compagnia tutti i venerdì con notizie fresche, recensioni di concerti, presentazioni di negozi musicali, salette in cui suonare, etc, etc, etc, etc, etc...

Genova è una città strana. Quando più di dieci anni fa, per la prima volta, ho iniziato ad esplorare le sue vie alla ricerca di qualche negozio di dischi ben fornito, mi sono perso. Le vie erano tutte così contorte e lastricate di nomi strani, che sembravano portare allo stesso posto e da nessuna parte, contemporaneamente.

Poi, poco per volta, giorno dopo giorno, ho cominciato a capire la sua geografia perennemente stentorea. Ho scoperto gioielli di passaggi che conducevano, come d'incanto, esattamente là dove io volevo arrivare. E mi sono lasciato condurre per mano in quei negozi dai nomi strani, Black Widow, On Stage, Vynil Magic, Old Disco Club, Barricada, CD Sound, Power Station, Pink Moon, e tanti altri ancora.

Era un piacere girovagare per i vicoli di Genova - e non solo quelli - scoprendo, mese dopo mese, ciottolo dopo ciottolo, che c'era sempre qualche posto nuovo che avrebbe attirato la mia attenzione e, inesorabilmente, le mie poche e inesperte finanze. Era un piacere. E lo è tutt'ora. Ma qualcosa è infine cambiato.
Col passare delle stagioni, il grande libro dei negozi di Genova si è evoluto, è migliorato e peggiorato allo stesso tempo, e se da una parte sono un po' scomparsi, o perlomeno diminuiti, i negozi piccoli in cui trascorrevo ore a parlare con i gestori, sono invece aumentate le grandi catene come Ricordi, Music Store, e FNAC. Il grande libro dei negozi si è riempito di pagine vuote con lo sparire dei piccoli club, ma si è arricchito di nuovi capitoli dedicati a realtà internazionali. E con loro sono arrivati anche i musicisti.

Dieci anni fa, pochi artisti decidevano di degnarci della loro presenza e passare per Genova. O se lo facevano, subito qualcuno gridava al miracolo. Così feci io, quando venne Mike Patton con i suoi Mr Bungle alla Festa dell'Unità. Era il 2000, e le acque stavano per fortuna già iniziando a smuoversi.
Oggi siamo visitati a musicisti del calibro di , , , The Corrs, Marco Masini, , , , , e sono solo i primi che mi vengono in mente.

Cosa è cambiato, nel frattempo? Innanzitutto la spinta dell'essere Capitale della Cultura 2004, anche se a sentire i "mugugni" dei vecchi genovesi che si incontrano per via San Vincenzo sembra che le cose siano solo peggiorate, e che non si sia saputa sfruttare a pieno una simile occasione. E intanto, i lavori per la metropolitana procedono. Cosa è cambiato, quindi, in questi ultimi anni? I negozi di dischi si sono evoluti, e con loro la città stessa. Ho sempre meno occasioni di poter girovagare per quelle vie che ho imparato a conoscere dopo tanti sforzi e dopo essere capitato in troppi angoli ciechi. Ho sempre meno tempo per potermi dedicare alla musica, sia essa sotto forma di concerti o di visite a quei negozi che ho imparato a conoscere e ad amare. Ho forse più finanze a mia disposizione, che però finiscono sempre allo stesso modo: troppo in fretta.

Adesso vi lascio e corro a cercare l'ultimo album di un artista che, per questa volta, non vi svelerò. Devo solo decidere se, per farlo, mi convenga prendere la metropolitana.

Pazuzu

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Tre volti Di Jafar Panahi Drammatico Iran, 2018 Quando riceve il video di una giovane che implora il suo aiuto, la famosa attrice Behnaz Jafari abbandona il set e insieme Jafar Panahi si mette in viaggio per raggiungere la ragazza. Il film è stato premiato al Festival di Cannes. Guarda la scheda del film