Se Nanni Moretti parla genovese - Magazine

Cinema Magazine Sabato 30 ottobre 2004

Se Nanni Moretti parla genovese

Magazine - Venerdì 24 marzo 2006 uscirà nelle sale "Il caimano", nuovo e attesissimo film diretto da Nanni Moretti. Protagonisti del lungometraggio - la cui trama è ancora oggi top secret - sono Silvio Orlando, Margherita Buy, Jasmine Trinca e Michele Placido.
Tra gli sceneggiatori del film c'è anche una genovese, Federica Pontremoli, già regista di "Quore". Vi riproponiamo una sua intervista realizzata da mentelocale.it nel 2004, quando il film era ancora in fase di scrittura.


Tutto è cominciato l’anno scorso. La notizia è entusiasmante: a vincere il Sacher Festival 2003 - concorso organizzato dalla casa di produzione di Nanni Moretti - con il cortometraggio Baci da Varsavia è una genovese. Il suo nome è Federica Pontremoli.
Sicuramente avrete già sentito parlare di lei: Federica è la regista di , film che la poliedrica Pontremoli ha scritto, oltre che diretto. E allora non stupisce che Moretti sia rimasto colpito da lei, tanto da coinvolgerla in un progetto di quelli che cambiano la vita.

«Sì, faccio parte degli sceneggiatori del nuovo film di Nanni Moretti, che si chiamerà Il caimano». Alt. Qui bisogna fare una premessa. È di qualche giorno fa il comunicato stampa della società di Moretti che annuncia l’inizio delle riprese del film per l’aprile del 2005 e l’uscita nel marzo 2006.
Di più non si dice. Inizia così la corsa a chi indovina per primo la trama del misterioso e già attesissimo lungometraggio. Ci azzecca il giornalista Paolo D’Agostini (Repubblica.it), che osa: “verrebbe da ipotizzare che Moretti possa aver fatto sua una definizione del nostro premier Silvio Berlusconi usata da Franco Cordero”. Scrive infatti Cordero: “Siccome (Berlusconi) ha la cultura dei caimani, non gli passa nella testa che esistano poteri separati…“.

Tutto vero, Federica?
«Sì, che nel titolo ci si riferisca al presidente del consiglio è ormai cosa nota… ma non posso darti altre informazioni sulla trama del film! Ti dico solo che siamo ancora in fase di scrittura. Oggi, ad esempio, ero a casa di Nanni Moretti insieme agli altri sceneggiatori, Heidrun Schleef e Francesco Piccolo».

Beh, non è cosa da tutti i giorni ritrovarsi a lavorare con il regista de “La stanza del figlio”...
«Sono cresciuta vedendo i suoi film, ho tratto spunto dalle sue idee… cerco di non pensare a ciò che mi sta succedendo per non essere colta dal panico! »

Sono curiosa: com'è Nanni Moretti?
«Una persona estremamente piacevole. Ed è soprattutto molto generoso. Anche se, nei suoi confronti, non posso fare a meno di avere il classico “timore reverenziale”!».

È stato difficile affrontare la politica e un personaggio come Silvio Berlusconi?
«Innanzi tutto non bisogna dimenticare che Moretti di politica se ne intende: il lavoro è stato quindi più semplice. Sceneggiare un film politico vuol dire mantenere sempre una misura: è necessario andare oltre la banalità e la scontatezza».

Federica è molto attenta a non dire troppo su un film che, sicuramente, farà molto parlare di se. Ma si lascia andare se le si chiede quali siano i suoi progetti futuri.
E lei, che all’epoca del suo Quore si definiva una “regista per caso”, ora avrebbe voglia di ripetere l’esperienza: «Credevo che scrivere mi appagasse, ma non nascondo che mi piacerebbe dirigere un lungometraggio tutto mio. Per ora ho scritto la sceneggiatura per un film che sarà diretto da Maurizio Nichetti. E che sarà ambientato nella mia Genova».

Anche Il , centro culturale di Savona (piazza Diaz 46r), proietterà "Il Caimano". Ecco gli orari:
ven 24 marzo (20.30 - 22.30)
sab 25 marzo (17.30 - 20.30 - 22.30)
dom 26 marzo (15.30 - 17.30 - 20.30 - 22.30)
lun 27 marzo (15.30 - 20.30 - 22.30)

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan