Magazine Lunedì 22 gennaio 2001

Un progetto da enciclopedia

Magazine - La Città dei bambini finisce nell’Enciclopedia, citata dalla Treccani – Appendice 2000, l’aggiornamento più recente alla famosa opera che arriva così a 37 volumi. Per saperne di più www.treccani.it/site/catalogo/catalogo/app2000.html . Alla voce “Musei della scienza”, nella parte dedicata ai “science centres dell’età evolutiva”, la summa del sapere dice che “Il primo (museo della scienza) in Italia è stato nel 1997 la Città dei bambini al Porto Antico di Genova: costruita sul modello della Cité des enfants, presenta temi ed esperienze di tipo scientifico e tecnologico come il vivente, l’isola dei 5 sensi, la casa in costruzione, il cantiere, le scoperte, lo studio televisivo; si rivolge ad un pubblico compreso tra i 3 e i 14 anni, con ammissione degli adulti quali accompagnatori.”
“Questa attestazione ci riempie di orgoglio”, dicono alla Città, “perché è un riconoscimento agli sforzi portati avanti fino ad oggi dal gestore del museo, il Consorzio Sociale Agorà, e dal proprietario, la Porto Antico SPA. Sia in termini di investimenti economici che di energie mentali”.
Insomma alleluia: Genova esiste.

La città dei bambini -Area Porto Antico, Magazzini del Cotone, 1° piano, 1°modulo, 16126 Genova e-mail: cdibimbi@split.it www.cittadeibambini.net

di Alessandra Fava

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film