Weekend Magazine Venerdì 15 ottobre 2004

Colori d'autunno

Magazine - La Liguria passa per un luogo di mare, con scenari completamente mediterranei. Quindi parlare di grandi foreste, tipicamente continentali, può sembrare fuori posto. Però, lungo la famosa Alta Via dei Monti Liguri, di ampie distese verdi ce ne sono. E per centinaia di anni hanno sostenuto le comunità contadine di queste zone, che con mare, ulivi e pesce non hanno davvero nulla a che fare.

Con un po’ di impegno è possibile visitare dei tratti di foresta che hanno qualcosa di fiabesco. In questo caso, sul colle del Melogno sopra Finale Ligure, si tratta di faggete, ovvero ampie distese di faggio, il maestoso albero dal tronco grigio, molto in stile “pelle di elefante”, tipico della media montagna che qui domina centinaia di ettari di foresta ad alto fusto. L’ampia chioma degli alberi impedisce alle piante del sottobosco di crescere in modo incontrollato, quindi la foresta vanta un aspetto molto piacevole ed ordinato senza rovi, sterpi e rampicanti. Al suolo solo foglie, qualche ramo ed un'occasionale piantina, ma niente di più. E’ davvero l’ideale per passeggiare nelle giornate autunnali, quando le foglie tendono al giallo e un velo di nebbia avvolge i grandi tronchi, alti più di venti metri.

La zona è rinomata per i suoi funghi, porcini soprattutto, anche se - devo ammettere - il circondario è abbastanza battuto dai cercatori e i colpi di fortuna sono rari. Molto più semplice mangiarseli all’ottima Trattoria del Din sul colle del Melogno (Via Pian dei Corsi 1, Passo del Melogno, Tel 019 64184).

In zona c’è una rete di sentieri forestali, strade spesso ampie ma mal segnalate e prive di indicazioni. Anche sulle carte escursionistiche il quadro è poco preciso. Il mio consiglio è cercare un punto che “ispiri” lungo la strada che va dal Passo del Melogno a Calizzano e passeggiare nei dintorni. Di qui ci sono 8-10 chilometri di faggeta ininterrotta con diversi sentieri che si inoltrano nella foresta o costeggiano la strada. Il paesaggio è ondulato ma mancano grandi salite o ostacoli insormontabili.

Per arrivare al colle del Melogno è necessario raggiungere Finale Ligure sulla Genova Ventimiglia e poi salire in direzione di Passo del Melogno / Calizzano. Dal capoluogo ligure ci vorrà circa un’oretta.
Ultima nota, sulla strada del ritorno, scendendo in auto dal Colle verso Finale potete fermarvi e darvi alla raccolta di castagne, che in certi spazi lungo la strada sono abbondantissime.

Nella foto sotto: la faggeta del Melogno in autunno. Sopra, radici di un faggio.

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film