Magazine Martedì 5 ottobre 2004

Moby Dick non muore mai

Magazine - Moby Dick è almeno tre libri in uno. Un manuale di caccia alla balena, una grande avventura per mare ed, infine, la storia psicologica di un'ossessione, quella di Achab per la balena bianca. La narrazione è di Ismaele, marinaio imbarcatosi sul "Pequod", baleniera di Nantucket, per un lunghissimo viaggio intorno al mondo a caccia di capodogli. È lui che introduce il lettore a tutti i segreti dell'arte di cacciare la balena con autorevoli citazioni di libri di esimi naturalisti e con una minuziosa (e mai noiosa) descrizione dell'anatomia della balena, delle fasi precedenti e successive alla cattura dell'animale, fino all'estrazione del prezioso olio dal grasso del cetaceo ed allo stivaggio dello stesso.

L'avventura per mare è entusiasmante: le scene di caccia, i luoghi, gli incontri con altre navi, le tempeste e soprattutto la vita di bordo sono rese alla perfezione con uno stile ricercato ma al tempo stesso essenziale. Personaggi come il maestro d'ascia, indifferente a uomini ed eventi, il "selvaggio" Quiqueg, buono e coraggioso, ed i tre ufficiali di Achab, Flask, Stubb e Starbuck, si stagliano sullo sfondo del romanzo con vita e psicologia propria. Ed infine la scena madre della caccia finale che, fra inseguimenti ed assalti mozzafiato, chiude contemporaneamente il viaggio del Pequod e la particolare vicenda psicologica di Achab.

Ed è proprio nella definizione dell' ossessione del Capitano Achab che il romanzo di Melville acquista i toni della tragedia sofocliana. La figura di Achab, che corre consapevolmente verso il proprio rovinoso destino si confonde con quella di Edipo. È blasfemo affermare che la traduzione di Cesare Pavese, lirica in molte parti del libro, di tanto in tanto pare appesantire il racconto?

Herrmann Melville - Moby Dick – Adelphi 1987.
Traduzione di Cesare Pavese

Matteo Zacchetti

di Laura Calevo

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione