Magazine Lunedì 4 ottobre 2004

L'angolo della poesia

Autore
Elio Andriuoli è nato il 13 febbraio 1932 a Genova, città dove ha lungamente esercitato la sua attività di docente e dove tuttora vive. Condirige Contrappunto e collabora a numerose riviste, tra le quali Resine, Issimo, Il Cristallo, Liguria, Arte Stampa, Vernice, L'Agave. Presiede il Premio di poesia e narrativa Il Golfo di La Spezia.


Ha pubblicato
Le seguenti raccolte di versi: Il tuo volto si perde (Rebellato, Padova, 1961); La tromba d'oro (Ivi, 1971); La spirale dei giorni (Il Gerione, Abano Terme, 1973); Quartine (Ivi, 1975); Fughe nel tempo (Edinord, Bolzano, 1976); Maree (Edizioni di Resine, Savona, 1990); La traccia nel labirinto (Ivi, 1991); Epifanie (Genesi Editrice, Torino, 1996). Ha pubblicato, inoltre, due libri di saggistica: Venticinque poeti - Ricerche sulla poesia del Novecento in Liguria (Sabatelli, Genova, 1987) e Dieci drammaturghi e quattro poeti-drammaturghi. Ricerche sul teatro del Novecento in Liguria (Editrice Liguria, Savona, 1995).
In collaborazione con Silvano Demarchi ha pubblicato un'antologia poetica dal titolo Gruppo Golfo '89 - Per una poesia come ispirazione (Forum/Quinta generazione, Forlì, 1990). Nel 1993, nel volume Storia della letteratura italiana, AA.VV., pubblicato da Miano, Milano, è stato inserito il suo saggio La poesia del secondo Novecento in Liguria. Nel 1994 è apparso, presso Genesi Editrice, Torino, il libro dal titolo Elio Andriuoli, Silvano Demarchi, Guido Zavanone - Tre poeti tradotti in tedesco da Joseph Maurer. Un'antologia delle sue poesie intitolata Itinerari è stata pubblicata nel 1996, a cura di Bruno Rombi, dall'editrice Europa di Craiova, con la versione romena a fronte di Stefan Damian, docente di quella Università. Ha avuto numerosi Premi letterari a carattere nazionale.
Nel 1998 ha curato, unitamente a Sandro Gros-Pietro, per l'Editrice Genesi di Torino, un'antologia per proposte e per testimonianze della poesia contemporanea dal titolo L'erbosa riva.
Giorgio Caproni ha scritto di lui: "Elio Andriuoli ha il dono, rarissimo, della cristallinità delle immagini e delle sensazioni, sempre suscitatrici di idee, e di quella profonda semplicità, oggi quasi del tutto scomparsa dal panorama della nostra poesia". In più riprese, si è occupato a fondo della poesia di Elio Andriuoli anche Giorgio Bárberi Squarotti, che fra l'altro ha scritto: "C'è, come motivo di fondo della poesia di Andriuoli, una fondamentale gioia dell'essere, che è momento ed aspetto abbastanza raro e insolito all'interno della lirica di ogni tempo, e di quella novecentesca in particolare.
C'è, insomma, un'accettazione piena e cordiale della bellezza della vita (e del mondo), come ragione fondamentale del discorso poetico".


La poesia

Questa casa

Questa casa che s'apre alla carezza
dei soli estivi e s'offre alle bufere
dei lunghi inverni è quella in cui passiamo
gli anni tardi. Il verde la circonda
col suo tenero abbraccio; ed è frescura
che ci rallieta. Non è lungi il mare.

In essa è dolce intendere il richiamo
di uccelli migratori ed ascoltare
la parola del tempo che ci sfiora.
È questo il nostro regno, la dimora
che lungamente avevamo cercata
per trovare la pace e cancellare
ogni affanno e l'amaro della pena
che la messe dei giorni ci ha recata.
Qui si riposa l'anima e si schiara
innanzi di por fine alla partita
con le stagioni in un lampo volate.

Così del breve sogno della vita
cogliamo i frutti estremi e i miti albori
e un vago incanto di felicità
nell'ora che su noi lieve si fa.



Il commento di Ivano Malcotti
La casa dove vivere l'eternità, il momento irripetibile e sublime. Quanta dolcezza, l'infinito estatico dei versi immortali di Elio Andriuoli.


...dice l’autore
«Ritengo che per il poeta ogni nuova poesia costituisca un'esperienza unica ed irripetibile. D'altra parte la poesia nasce da un'emozione che cerca e trova naturalmente, quando la poesia è veramente tale, la sua necessaria forma espressiva. È evidente perciò che, nel momento in cui crea, il poeta scrive come se quella fosse la sua prima ed unica poesia, così come il mondo rinasce in ogni nuovo essere che vede la luce unico e irripetibile. Ed è questo il motivo segreto che spinge il poeta a cercare sempre nuove esperienze e nuove forme. Diversamente, scritta la prima poesia, non ci sarebbe più lo stimolo a crearne altre. Invece l'ansia di esprimersi è sempre risorgente».


Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

A star is born Di Bradley Cooper Drammatico, Musicale U.S.A., 2018 Il musicista di successo Jackson Maine scopre, e si innamora della squattrinata artista Ally. Lei ha da poco chiuso in un cassetto il suo sogno di diventare una grande cantante... fin quando Jack la convince a tornare sul palcoscenico. Ma mentre la carriera... Guarda la scheda del film