Concerti Magazine Giovedì 30 settembre 2004

Il chitarrista Guinga al Borgo Club

Magazine - Dopo il felice esordio dello scorso marzo con Gabriele Mirabassi, in occasione della presentazione del cd Graffiando vento, torna a Genova il chitarrista carioca . Si tratta di uno dei compositori più interessanti dell’attuale scena musicale brasiliana, considerato l’autore più importante della moderna Música Popular Brasileira, capace di recuperarne la tradizione più vera e profonda rinnovandola dall’interno con soluzioni armoniche e invenzioni creative.

La sera di sabato 2 ottobre, alle ore 21.30, presso il Borgo Club di Via Vernazza 7/9, Guinga suonerà insieme al clarinettista Paulo Sergio Santos, suo partner da molti anni.
Il concerto, organizzato da Federico Foce e Vittorio Attanasio dell’Associazione di Genova insieme al Borgo Club, sarà una preziosa occasione per ascoltare una vera novità proveniente dal Brasile: una musica ben lontana dai tormentoni ritmici che durano un’estate o dai cliché comodi e vincenti di samba e bossa nova, ma che, ne siamo certi, lascerà un traccia nella storia della canzone brasiliana.

«L’associazione Coloriamo & Musica nasce due anni fa dalle ceneri di Coloriamo, un gruppo di ragazzi che dipingeva i sottopassi della città. Ora organizziamo soltanto eventi musicali occupandoci soprattutto di musicisti di nicchia, conosciuti ma non famosi. Siamo specializzati soprattutto nella musica brasiliana e quella etnica in generale», spiega Vittorio Attanasio. Questo è anche il caso di Guinga, la cui musica è stata molto apprezzata, a partire dal suo primo cd Simples e absurdo (Velas 1991) sino al recente Noturno Copacabana (Velas 2003) selezionato per il Latin Grammy 2004 come miglior album di Música Popular Brasileira: C’è chi vede in lui un “Villa Lobos che incontra Cole Porter” (Sergio Mendes); chi lo considera “un compositore al pari di Jobim e di Gismonti” (Boris Rabinowitsch); chi lo ritiene “uno di quei musicisti che appaiono una volta ogni cent’anni” (Hermeto Paschoal).

Artista di culto nel suo paese, nonostante una carriera rallentata dalla “ufficiale” professione di dentista, negli ultimi anni Guinga sta ricevendo un riconoscimento sempre più ampio, anche fuori dal Brasile: nel 2002 è uscita la biografia Guinga. Os mais belos acordes do subúrbio (Gryphus Editora, Rio de Janeiro 2002); recentemente è stato pubblicato il Songbook A música de Guinga (Gryphus Editora, Rio de Janeiro 2003), contenente 50 partiture; da pochi mesi è sul mercato discografico italiano il cd Graffiando vento (Egea Records 2004), inciso in duo con Gabriele Mirabassi al clarinetto e presentato a Umbria Jazz di quest’anno; l’ultimo numero della rivista italiana World Music Magazine (settembre-ottobre 2004) riporta un’ intervista di Guido Festinese a questo “genio modesto”.

«Come associazione siamo stati più volte citati dalla rivista Word Music. Abbiamo organizzato work shop con importanti chitarristi, rivolti a studenti e musicisti», continua Attanasio, «ci rivolgiamo soprattutto ai giovani».

Coloriamo & Musica ha portato la musicista genovese Simona Barbera al Festival Isola di Perugina, dove ha potuto far conoscere la musica tradizionale della sua terra d’origine, la Sicilia. Ha poi organizzato la tournee di Marco Pereira e il gruppo di musica popolare Corepolis, oltre a numerosi seminari in collaborazione con associazioni culturali di Trieste, Reggio Emilia e Milano.

Progetti per il futuro?
«Vorremmo collaborare con Enrico Lisei per mettere appunto uno stage sul tema dell’incontro tra parole e musica, un qualcosa dedicato ai cantautori italiani. Poi altri workshop a Genova e sicuramente una data al Carlo Felice, il 4 dicembre: probabilmente un concerto di Hamilton de Holanda», conclude Attanasio.

info concerti: 3472634117

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Hunter killer Caccia negli abissi Di Donovan Marsh Thriller, Azione U.S.A., 2018 Nelle profondità del Mar Glaciale Artico, il Capitano di un sottomarino americano, Joe Glass, è alla ricerca di un sottomarino statunitense in pericolo quando scopre che un segreto colpo di stato russo è all’orizzonte, minacciando... Guarda la scheda del film