Maya Sansa @ mentelocale - Magazine

Cinema Magazine Venerdì 24 settembre 2004

Maya Sansa @ mentelocale

Magazine - «Indipendente, ipersensibile, fedele a me stessa». Questa è, in tre parole, Maya Sansa. L’attrice, “musa” di Marco Bellocchio – che l’ha voluta nel suo Buongiorno Notte - era oggi, venerdì 24 settembre, al mentelocale café per presentare L’amore ritrovato, film che la vede recitare accanto all’ormai onnipresente Stefano Accorsi.

Jeans, maglioncino e tacchi a spillo che quasi stonavano con quella sua aria da “ragazza della porta accanto”. E un sorriso che affascina, questo sì. Il suo ruolo nel film diretto da Carlo Mazzacurati è quello di Maria, «una donna che vive liberamente, in modo istintivo, viscerale». La storia si svolge lungo il litorale toscano nel 1936. Giovanni (Stefano Accorsi) è un uomo comune che vive una vita comune: sposato, ha un figlio e un lavoro in banca. Nella sua vita, però, da tempo mancano quelle emozioni e la passione di cui l’uomo sente ancora il bisogno. Li trova in Maria, sua vecchia fiamma. Lei, un lavoro come manicure e la fama di “donna facile”, accetta di avere un’avventura con l’ex amante.

Ma i due si incontreranno nuovamente e, nonostante la società nella quale vivono renda difficile intraprendere relazioni extra coniugali – in quegli anni l’adulterio era punito con il carcere – continueranno a vedersi, e dalla passione nascerà il sentimento.
«Ho amato molto il personaggio di Maria», racconta Maya, «Una donna bisognosa d’amore e non ancora vinta dalla vita. La sua capacità di amare è priva di orgoglio. E poi, comunque finisca, un grande amore dura per sempre, non può essere cancellato». Maya ora sta parlando di se e del suo vissuto.
Ma dal punto di vista sentimentale le cose per te vanno piuttosto bene…
«Sì, sono fidanzata con un attore francese, Fabrice Scott». Insomma, come Accorsi, anche Maya ha trovato l’amore in Francia… «Con Stefano è nata una grande amicizia. A volte sono le piccole cose a creare un feeling tra due persone».

Un feeling che ha legato l’attrice dalle origini orientali (papà italiano e mamma iraniana) anche ad una superstar internazionale come Orlando Bloom, protagonista de Il Signore degli Anelli. Insieme a lui Maya ha frequentato l’Accademia di Arte Drammatica di Londra: «un’amicizia che è solida tutt’oggi». Ma, all’epoca, solo di amicizia si è trattato? Forse che sì, forse che no… in questo caso Maya è più sfuggente. Resteremo nel dubbio.
Sembra soddisfatta e serena la Sansa (a proposito, sapevate che è parente del nostro ex sindaco?): «questo è stato per me un anno davvero importante: solo ora posso permettermi di scegliere i ruoli che preferisco e di “dire di no” a chi mi propone un copione che non mi affascina. Il mio percorso me lo sono costruita con scelte di studio e di lavoro. La fortuna che mi è capitata è anche una conseguenza delle mie decisioni». E fondamentale, neanche a dirlo, è stato l’incontro con Bellocchio: «Lo adoro, gli devo moltissimo. Se mi proponesse un copione ora, accetterei senza nemmeno leggerlo!».

L'organizzazione dell’evento è a cura di www.cinemagenovacentro.it

Nella foto in alto: Maya Sansa a mentelocale

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan