Weekend Magazine Giovedì 16 settembre 2004

Tutti al museo

Magazine - I musei di Genova continuano a inventare idee brillanti, per aprirsi sempre di più alla città e ai suoi visitatori. Si rinnovano proposte notturne e momenti di visita alternativi. L'idea è ottima di per sé, ma acquista un ulteriore significato, dal momento che il mese di settembre è - come ogni anno - dedicato alle celebrazioni del patrimonio culturale europeo. Per conoscere l'intero .

L'iniziativa è stata inaugurata a Barcellona nei giorni dal 3 al 5 settembre, qui a Genova va in scena soprattutto nella giornata di sabato 18, con proposte giunte da più parti.

Due gli appuntamenti del pomeriggio e uno quello notturno.
Ma andiamo con ordine.
Partiamo dalla proposta dei Musei di Strada Nuova, che presentano un unico percorso di visita fra Palazzo Nicolosio Lomellino - prestigiosa dimora privata - ed i Musei civici Rosso e Bianco, mettendo a confronto opere frutto di tecniche differenti con una visita guidata in partenza alle ore 15.30. L'occasione dunque è ottima per ammirare le opere di Bernardo Strozzi, una delle figure più rappresentative e innovative nel panorama della pittura di primo Seicento a Genova. E' recente il rinvenimento, al primo piano nobile del Palazzo Lomellino, di alcuni affreschi dipinti proprio dello Strozzi nel 1623. Per qualche motivo il rapporto fra Luigi Centurione - allora proprietario della dimora - e l’artista si incrinò: Strozzi imbiancò il suo affrescoe abbandonò il lavoro. In occasione del 2004 gli attuali proprietari di Palazzo Lomellino hanno deciso offrire un significativo contributo alla Città in quest’anno “speciale”, aprendo al pubblico le splendide sale affrescate da Bernardo Strozzi.
A Palazzo Rosso e a Palazzo Bianco sono esposte altre opere di Bernardo Strozzi.

È obbligatoria la prenotazione alla segreteria organizzativa: Associazione Palazzo Lomellino di Strada Nuova - BC Congressi tel. 010 5957060 – fax 010 5958548 oppure .
Il costo della visita guidata al percorso è di 7.50 euro.

Ma Genova, si sa, sale e scende e si nasconde nelle sue mille salite, funiculari e ascensori, per farsi poi scoprire sempre diversa e fascinosa, nei mille scorci che offre.
E sabato 18 settembre si può cogliere l'occasione di volare sulla città, quasi per davvero, salendo al Belvedere Castelletto per partecipare all'appuntamento annuale con la Belle Époque, dedicato al Liberty, in vista del centenario della costruzione dell'ascensore, nel 2007.
La Spianata di Castelletto deve il suo nome all'antica fortezza che per secoli dominò la città. Più volte distrutto e ricostruito, il Castelletto fu definitivamente demolito nel 1848 ed il poggio fu "spianato" per far spazio alle prime case. Dalla Spianata, due ascensori in puro stile Liberty portano nel centro della città. Per l'occasione animeranno la piazza attori e figuranti, accompagnati da alcuni intermezzi musicali che proporranno melodie e arie tipiche dell'epoca; parteciperanno i cantanti Margherita Colangelo ed Ernesto Oppicelli, accompagnati al pianoforte da Andrea Visconti. Si esibirà poi il mezzosoprano Elisabetta Valerio, accompagnata dal pianoforte di Sirio Restani, che eseguirà brani di Gabriel Fauré, Erik Satie e Manuel de Falla.
Infine, per calarsi nei panni del passato e dimenticare il presente si potrà tenere sottobraccio la ristampa anastatica del giornale uscito, nella stessa data, cent'anni fa che Il Secolo XIX distribuirà per l'occasione.
In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà il 25 settembre con le stesse modalità di orario. Per informazioni: Tel. 010 2510829 - 2757544.

Dulcis in fundo. Tenetevi liberi e gli arti inferiori ancora integri per il Castello d’Albertis che aspetta i suoi ospiti all'inusuale orario delle 21: un’apertura serale delle stanze che furono dimora del Capitano D’Albertis: dalla "camera delle meraviglie" alla Sala delle Meridiane, dal Salotto Turco ricco di incantevoli suggestioni alla Cabina Nautica. Dalla loggia che ospita la statua di Colombo giovinetto si potrà godere dall’alto lo splendore di Genova. Prenotazione obbligatoria: 010 2723820 - 2723464 (Prossimo appuntamento: sabato 25 settembre alle ore 21).

Oggi al cinema

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film