Concerti Magazine Mercoledì 15 settembre 2004

Genova incontra Londra

La quest’anno verrà ricordata per la musica e per la solidarietà. L'area Music for Peace, uno spazio autogestito dove tutti gli artisti suonano per beneficenza e dove il biglietto di ingresso si paga con sacchi di riso e cereali da spedire nei paesi del terzo mondo, ospita sabato 18 Settembre, tra i gruppi della serata, un gruppo dalle nazionalità contaminanti: Kaya, giamaicano, Stamina Li, dalla Martinica, e Daniele, da Genova.

Il loro gruppo non ha un nome. Ha un piano. Piano B. Si sono incontrati a Londra nell’estate del 2003. Cantanti roots, reggae e raggamuffin si sono uniti mischiando suoni e lingue in una Babele della musica. Inglese, francese, arabo, italiano, indiano e tedesco, come a dire: ci si può unire in quella che il gruppo definisce Contemporary Conscious Music.

La consapevolezza della musica, dice il loro manifesto, nasce "dal bisogno di esprimere idee estetiche forti e all'avanguardia, derivate da sonorità e sperimentazioni contemporanee che uniscono il nuovo all'antico, ma che sono allo stesso tempo accompagnate da tematiche coscienti di quelli che sono i drammi del nostro tempo, quali guerra, individualità, solitudine, sofferenza, razzismo, ecologia".

Per questo è importante che gruppi come questi riescano a vendere i loro Cd. E che riescano ad esibirsi. È importante non solo per la soddisfazione di ogni artista, ma perché questi CD hanno saltato "l’uomo di mezzo", come dicono loro, le case discografiche e tutti i distributori, trovando in internet il luogo di incontro per il passaparola.

È importante perché il 5% del ricavato dei loro cd, attualmente in vendita in alcuni negozi di Genova, Milano e Londra, verrà devoluto in beneficenza a Save the Children. E poiché noi sappiamo come mentelocale.it sia stato per molti di noi a Genova il terreno dell’incontro e del confronto, vi invitiamo sabato sera ad andare ad incontrare chi crede ancora e molto nelle idee e nella condivisione.

Prima, cominciateli a conoscere attraverso il loro sito , poi il corpo sarà pronto per alzare gli occhi al cielo e cantare we don't want no war 'bout ya. Il suono sarà morbido, ma il messaggio chiaro e forte.

Marina Giardina

Nella foto: Daniele, Piano B

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Io sono Ingrid Di Stig Björkman Documentario Svezia, 2015 Uno sguardo dietro le quinte della vita straordinaria di una giovane ragazza svedese che divenne una delle attrici più celebri del cinema americano e mondiale... Ingrid Bergman. Guarda la scheda del film