Magazine Venerdì 19 gennaio 2001

Cameriere a CAPODANNO, parte II

Magazine - Per la parte I:Leggi l'articolo
Ore 22.30, è lampante lo stato di alterazione alcoolica irreversibile del tavolo dei giovani: hanno rotto ogni foggia di bicchiere-bicchierino-calice a loro disposizione, impalcano piramidi di pane con intelaiature di forchette, urlano smodatamente come ad un concerto dei Sepultura, tentano volgarissimi approcci con le signore del tavolo adiacente (non si rendono conto…potrebbero essere le loro nonne) e riescono persino ad improvvisare un folkloristico falò propiziatorio al centro del tavolo, fondendo in un blocco unico (peraltro di una certa bellezza) il portacandele con avanzi di cibo e sigarette…fingo indifferenza e distribuisco sorrisi.
Ore 22.50: il fattaccio…mentre mi esibisco in un passo alla Nuraiev per portare a destinazione una rovente fiammanghilla di cannelloni ai funghi porcini, un ostacolo imprevisto si frappone tra le mie gambe: in prima istanza lo interpreto come il già citato Bull Dog e procedo alla sua eliminazione, ma con la coda dell’occhio distinguo un paio di manine ed un caschetto biondo…il pargolo!! SEQUENZA: scarto sul fianco destro, picchio rovinosamente con il ginocchio sul pavimento ma riesco a far scivolare la fiammanghilla al suolo, la quale, nonostante conservi miracolosamente l’integrità strutturale (costruzione in blindoceramica), proietta buona parte del suo contenuto per tutta la sala: vi lascio immaginare quali sarebbero stati gli effetti dirompenti se il suddetto piatto avesse detonato al suolo tipo mina anticarro…Sto per dare libero sfogo alla mia ira sul piccolo mammifero (in fondo camminava a quattro zampe), quando mi rendo conto che è realmente inattaccabile: un crostone di cibo rigurgitato e solidificato presente su quasi ogni parte del suo corpo, lo rende quasi invulnerabile: in ogni caso interviene la madre a sedare gli animi, desisto dai miei intenti e continuo a distribuire sorrisi…
Ore 23.20.Dalla sala adiacente (la A), presso il tavolo di una coppietta, mi giunge una richiesta inconsueta:
-Mi scusi!- dice il giovane bellimbusto,
-Non sarebbe possibile accelerare i tempi?-
-In che senso, scusi?-rispondo io,
Non potremmo avere lo Champagne per il brindisi e il dolce, prima della mezzanotte effettiva? Sa…degli amici ci stanno aspettando!-
-Cioè, mi faccia capire- rispondo,
-Intende dire come nel film di Fantozzi? Proprio quello? Portiamo avanti le lancette dell’orologio e bariamo schifosamente? Ma lei è un genio! Il leggendario Rag. Ugo sarebbe onorato di una tale emulazione…quanto mi da?-
Anche se la mia iniziativa viene bloccata sul nascere dal proprietario, una serie di non ben precisati problemi tecnici (orchestrati dal sottoscritto per cercare di fare il prima possibile), porterà a festeggiare il 2001 nella sala “A”con circa 4 minuti di anticipo rispetto alla sala “B”.
Ore 00.00. Baghdad 1991.La contraerea dei tappi di Champagne miete vittime e le stelle filanti (fattemi preliminarmente distribuire con l’obbligo) impastandosi con gli avanzi di panettone”Tre Marie”al cioccolato fuso,concludono degnamente l’opera.
Ancora un paio di ore e la gente comincerà a levarsi dai co…insomma, ad andarsene. Dopo aver augurato a tutti un attacco di colite fulminante, ammiro le macerie e pregusto il lavoro che mi attende tra cinque ore: il completo riassetto del locale…forse faccio prima a minarlo…BUON ANNO!!

Matias CIVITELLA

di Francesco Tomasinelli

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Ricordi? Di Valerio Mieli Drammatico 2018 Lui, docente universitario di Storia romana, è problematico e tormentato proprio come piace a Lei, che gli si manifesta eternamente solare e comprensiva. Lei, insegnante di liceo vive immersa nel presente, ritenendo che "una cosa è già... Guarda la scheda del film