Magazine Mercoledì 8 settembre 2004

La Misteriosa fiamma di Eco

Yambo, il protagonista della Misteriosa Fiamma della Regina Loana, è un sessantenne classe 1931 che, a causa di un incidente, perde la memoria emotiva, quella degli amori, della passione. I soli ricordi rimasti nella sua testa sono quelli acquisiti attraverso i libri studiati, letti e immagazzinati in modo talmente profondo da diventare quasi parte della suo patrimonio genetico.

Il romanzo di Umberto Eco, ambientato nel 1991, è un viaggio nella memoria. Yambo, al secolo Giandomenico Bodoni, vuole imparare a conoscersi, sapere chi fosse prima che la sua memoria venisse cancellata. Decide dunque di tornare a Solara, tra le Langhe e il Monferrato, e affidarsi al solaio della villa dove, bambino, era vissuto come vacanziero prima e poi, durante la seconda guerra mondiale, come rifugiato .

In quel solaio ritornano alla luce le memorie della sua famiglia. Le stampe e le collezioni di suo nonno, bibliofilo come lui, sono il lasciapassare per il mondo della sua infanzia e per un periodo importante del nostro paese.
Le illustrazioni, di cui il romanzo è ricchissimo (non a caso è illustrato), prendono il lettore per mano e lo portano in un mondo fatto di testimoni di carta e inchiostro. Gli anni trenta, la guerra, gli anni del liceo e gli amori sfilano davanti al protagonista, guidato dall’istinto e dalla misteriosa fiamma che lo scalda ogni volta in cui si trova innanzi a qualcosa di importante.

Il libro di Eco è bello, ricco, appassionante, divertente e a tratti quasi esilarante. Un affresco dell’Italia che eravamo attraverso gli occhi di un uomo che vuole conoscersi, vuole sapere se si piace e che non si pone le domande esistenziali - chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo - al presente, ma all’imperfetto.
La sua ricerca è un viaggio a ritroso, che lo riporta ai manifesti della propaganda fascista, ai fumetti, da Flash Gordon a Topolino, passando per le storie eroiche di Balilla.
Quella che avvolge il protagonista è una nebbia fitta che, pacifica, invece di angosciare, protegge e rilascia a rilento frammenti di passato in cui sono rinchiuse le paure, le passioni, gli amici e il suo grande amore. La sua archeologia nella memoria diventa così ricerca della donna per cui avrebbe lasciato ogni cosa, la sua Beatrice, cercata anche nei volti delle donne amate in una vita.

Il romanzo è un cammino in grado di creare, perdonate la citazione, una corrispondenza d'amorosi sensi tra il protagonista e il lettore, tra quello che siamo e quello che eravamo. Fa venire voglia di andare dai nonni per chiedere conferme, punti di vista, ricordi e poi invoglia a ricercarsi, come si partisse da zero, attraverso le scatole da scarpe piene di ricordi di ciò che eravamo.
Cosa penseremmo di noi se ci incontrassimo più giovani di 10, 20, 30 o 50 anni? Come ci ponevamo di fronte al mondo e come è cambiato il nostro punto di vista? Tutte domande davanti alle quali l’autore del Nome della Rosa si è posto con la solita curiosità e ottenendo l’abituale, grande, successo.

La Misteriosa Fiamma della Regina Loana
Romanzo illustrato
Edizioni Bompiani
Anno 2004

Nella foto: La copertina della Misteriosa Fiamma della Regina Loana
di Francesco Cascione

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Crazy & Rich Di Jon M. Chu Commedia, Romantico U.S.A., 2018 La newyorkese Rachel Chu accompagna il suo fidanzato di lunga data Nick Young al matrimonio del suo migliore amico a Singapore. Emozionata perché visiterà l’Asia per la prima volta, ma nervosa perché conoscerà la famiglia... Guarda la scheda del film