Il cinema alla Festa dell'Unità - Magazine

Cinema Magazine Lunedì 6 settembre 2004

Il cinema alla Festa dell'Unità

Magazine - Sala Lino Miccichè

7 settembre 3 eu
ore 21.00
Dancer in the dark
di Lars Von Trier
Danimarca/Francia/Svezia, 2000
Con Björk, Catherine Deneuve, Jean-Marc Barr, David Morse, Peter Stormare
Una donna cecoslovacca, immigrata negli Stati Uniti, sta mettendo da parte i denari necessari a far operare il figlio. Palma d’Oro e miglior interpretazione femminile al Festival di Cannes del 2000.

8 settembre 3 eu
ore 21.00
Lavagne (Takhté siah)
di Samira Makhmalbaf
Con Said Mohamadi, Bahman y Ghobadi, Behnaz Safari. In Iran un gruppo di maestri parte alla ricerca di un lavoro portandosi sulle spalle le lavagne necessarie al mestiere. Premio della Giuria al Festival di Cannes del 2000.

9 settembre 3 eu
ore 21.00
Good bye, Lenin!
di Wolfgang Becker
Con Daniel Brühl, Katrin Sass.
Cosa capita quando una persona si sveglia da un lungo coma e il paese in cui viveva è scomparso? Una commedia amara sulla fine del socialismo reale e l’arrivo di un nuovo ordine sociale. Premio Blue Angel al Festival di Berlino del 2003.

10 settembre 3 eu
ore 21.00
La ville est tranquille
di Robert Guediguian
Con Ariane Ascaride, Gérard Meylan, Jean-Pierre Darroussin, Jacques Boudet, Pierre Banderet, Pascale Roberts.
Titolo dal suono ironico per un film che racconta disperazione, solitudine ed emarginazione di otto personaggi in una Marsiglia violenta e razzista. Premio dell’associazione internazionale dei critici (FIPRESCI) al Festival del Cinema Europeo del 2001.

11 settembre 3 eu
ore 21.00
11 Settembre 2001 (11'09''01 - September 11)
di Youssef Chahaine, Amos Gitai, Shohei Imamura, Alejandro Inarritu, Claude Lelouch, Ken Loach, Samira Makhmalbaf, Mira Nair, Idrissa Ouedraogo, Sean Penn, Danis Tanovic.
Gran Bretagna/Francia Bosnia-Herzegovina/Egitto/Israele Giappone/Mexico/USA, 2002.
La tragedia delle Torri Gemelle vista con gli occhi di undici registi di quattro continenti. Premio dell’UNESCO alla Mostra di Venezia del 2002.

12 settembre 3 eu
ore 21.00
Le chiavi di casa
di Gianni Amelio
Con Charlotte Rampling, Kim Rossi Stuart.
Il difficile rapporto di un padre con il figlio disabile.

13 settembre 3 eu
ore 21.00
I lunedì al sole (Los lunes al sol)
di Fernando León de Aranoa
Con Javier Bardem, Luis Tosar.
Un gruppo di ex-operai di un cantiere navale, chiuso per ragioni di speculazione edilizia, devono riadattarsi a vivere. Quattro premi vinti al Festival di San Sebastián 2002.

14 settembre 3 eu
ore 21.00
Mi piace lavorare - Mobbing
di Francesca Comencini
Con Nicoletta Braschi, Camille Dugay Comencini.
Se non vuoi levarti dai piedi, ti rendo impossibile la vita sul posto di lavoro. Premio della giuria ecumenica al Festival di Berlino del 2004.

15 settembre 3 eu
ore 21.00
Lamerica
di Gianni Amelio
Con Enrico Loverso, Michele Placido.
La drammatica condizione dell’Albania postcomunista fra caos, banditismo e truffatori arrivati dall’Italia col pretesto di portare aiuto. Premio della Giuria Ecumenica alla Mostra di Venezia del 1994.

16 settembre 3 eu
ore 21.00
Central do Brazil
di Walter Salles
Con Fernanda Montenegro, Marília Pêra, Vinícius de Oliveira, Soia Lira, Othon Bastos, Otávio Augusto, Stela Freitas.
Un’anziana maestra, che arrotonda la pensione facendo la scrivana nell’atrio della stazione di Rio, incontra un ragazzo alla ricerca del padre. Tre premi vinti al Festival di Berlino del 1998.

17 settembre 3 eu
ore 21.00
Hair
di Milos Forman
Con John Savage, Treat Williams, Beverly D'Angelo, Annie Golden, Dorsey Wright, Don Dacus, Richard Bright.
Un classico musical pacifista ritorna in versione restaurata. Premio David di Donatello del 1979.

18 settembre
ore 17.00
Ingresso gratuito Gli ultimi, di Riccardo Marchesini

ore 21.00 3 eu
City of God - La città di Dio (Cidade de Deus)
di Fernando Meirelles e Kátia Lund
Con Alexandre Rodrigues, Matheus Nachtergaele, Seu Jorge, Leandro Firmino da Hora.
Un ragazzo povero diventa un affermato fotografo partendo dalla vita miserabile e violenta della favela brasiliana in cui vive. Vincitore di nove premi al Festival de l’Avana nel 2002.

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan