Donne e uomini, nessuno escluso - Magazine

Attualità Magazine Giovedì 26 agosto 2004

Donne e uomini, nessuno escluso

Magazine - Donne, donne, donne ma anche uomini.
Si parte da libri, da tematiche d’attualità e storiche, da leggi e proposte di legge, da situazioni di vita quotidiana. Insomma, gli spunti per la programmazione al femminile della sono i più diversi e cercano di cogliere tutte le occasioni di dibattito.
Si guarda dal femminile, e non solo al femminile, per riflettere e approfondire sulla diversità e sulle opportunità che esso crea, ma non si escludono gli uomini dalla discussione né tematiche che, pur non prettamente legate al mondo donna, «ci stanno molto a cuore», spiega Lella Trotta (Responsabile Donne della Federazione DS e organizzatrice degli eventi), «e di cui forse noi in quanto donne possiamo prestarvi un’attenzione in più». Trotta sta dalla parte del confronto, della discussione, del «porsi sullo stesso piano e arrivare insieme ad una soluzione o al superamento di alcune difficoltà palesi», nessuno escluso.

Da venerdì 27 agosto, quindi, con l’appuntamento con La storia non si riscrive: donne, antifascismo, Resistenza, si parte dal passato e si va avanti a parlare di e con le donne di femminilità e di nuove tipologie di unione familiare, di diversità, immigrazione, tortura, disagio giovanile, discriminazione sul lavoro. Se la partenza è nel passato l'arrivo è dedicato al futuro con il dibattito del 17 settembre Sviluppo sostenibile, sviluppo umano: dalle donne nuove frontiere, nuove uguaglianze (con Emilia De Biasi, Daniela Colombo dell'AIDOS, Lorenzo Caselli preside della Facoltà di Economia di Genova, Deborah Lucchetti della Rete Lilliput, Lalla Trupia, Francesca Marinbaro, Fulvia Bandoli e l'editrice Cristina Lupoli Dalai). Sarà possibile anche godersi le due mostre allestite al Café delle donne. Una di pittura: Il volto delle donne visto dalle donne, con opere di varie artiste (tra cui Carmen Ferillo, Daniela Sulevich, Riri Negri, Elena Cavallo e altre) e una fotografica: Il volto velato, immagini di donne in Medio Oriente agli albori della fotografia curata da Adriano Filingardi. Uno spazio anche ludico, dove ascoltare musica,assistere ad uno spettacolo di danza del ventre o ad una serata di risate in compagnia della Gaia (Simona Guarino) sulla terrazza dell’Auditorium della Fiera di Genova. Magari in compagnia di un profumato e burrascoso Libeccio o di una robusta e fresca Tramontana (il vento la fa da protagonista).

Gli eventi sono dislocati lungo i ventisei giorni della Festa in modo anonimo all'interno del programma ufficiale, dimostrando, ancora una volta, che la volontà di fondo non è quella di proporre una diversità a tutti i costi ma, superato quello scoglio, trovare temi che appassionano e smuovono le coscienze ed affrontarli con esperti e figure della cultura che possano proporre la pluralità dei punti di vista.

Per una selezione degli eventi in programma dedicati al femminile

Potrebbe interessarti anche: , Mastoplastica additiva: come affrontare al meglio il post operatorio , Msc Crociere per l'ambiente: prima compagnia crocieristica al mondo a impatto zero di Co2 , Addetto Ufficio Merci: il bando per il corso della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte