Tigullio a teatro - Magazine

Teatro Magazine Lunedì 23 agosto 2004

Tigullio a teatro

Magazine - Dello spettacolo così hanno scritto i giornali: “il leccese Mario Perrotta entra di diritto nel novero dei solisti raccontatori sociali!… Perrotta è oratore testimone, memoria vernacolare, attore affabulante e anche spirito offeso per l'Odissea dei minatori italiani, quei pugliesi, arruolati in Belgio, Svizzera e in Germania nel dopoguerra”, Rodolfo Di Giammarco – La Repubblica. “…un monologo teso, intelligente, commovente, capace di trascinare fino all’entusiasmo il pubblico…”, Massimo Marino – tuttoteatro.com. “…un crescendo emotivo che lascia senza fiato... Gran bell’esempio di teatro civile…", Osvaldo Scorrano – Gazzetta del mezzogiorno.

Gran finale il 27 agosto con la Compañia El Flamenco Vive da Madrid che riscalderà l'ultima notte di Tigullio a teatro con la Noche flamenco, animata dai ballerini Silvia Marín e José Barrios, dal cantante Pedro Sanz e dai musicisti Domingo e Juan Vargas rispettivamente alla chitarra e alle percussioni. Noche flamenca è un incontro spettacolare con la travolgente arte del flamenco. A farci da guida in questo viaggio dal ritmo vertiginoso Silvia Marín, l'applaudita bailaora dei mitici tablao di Madrid: Casa Pastas, El Café de Chinitas, El Corral de la Moreria.
La compañia madrilena El Flamenco Vive porta in scena le radici di un canto che ha origini antiche e nasce dall'incontro della cultura musicale spagnola con quella araba, gitana, ebraica... Un genere caratterizzato dall'intensa espressione drammatica e accompagnato, in questo concerto, dalle suggestioni della danza.

Silvia Marín fonda la compañia nel 1997, debuttando con lo spettacolo Mano a mano a Firenze in occasione della XXII Rassegna Internazionale di Musica dei Popoli. Nel 2000 segue lo spettacolo Flamenco al Rojo Vivo (tournèe a Madrid, Segovia, Aranjuez, Barcellona...). In Italia partecipano alla trasmissione TV Assolo per La Sette e sono invitati al Teatro Franco Parenti di Milano e al Festival di Santarcangelo dei Teatri. Sulla terrazza della Villa Durazzo, dalle ore 20.30 di ogni serata, a tutti gli spettatori di Tigullio a teatro, sarà servito un aperitivo, e alle ore 21.00 avranno inizio gli spettacoli, con ingresso libero fino ad esaurimento posti. Sempre sulla terrazza, per questa quarta edizione della rassegna, è stato allestito un palco all'aperto che consentirà ad un maggior numero di spettatori di partecipare agli eventi. In caso di maltempo gli spettacoli avranno luogo all'interno, nell'Atrio della Villa Durazzo, come nelle precedenti edizioni.
Anche quest'anno è previsto un evento collaterale: a Villa Durazzo il pittore Sinto Olimpio Cari espone le sue opere di pittura su vetro e alle 20.30 di ogni sera si esibisce in performance musicali. I suoi quadri, intrisi di colori e vita con forme e paesaggi da sogno, sono dei veri e propri "appunti di viaggio", sono tracce di un'infanzia zingara. Olimpio Cari ha esposto, oltre che in Italia, anche in Francia, Austria, Svizzera, Slovacchia e Ungheria. Alle serate sarà presente Amnesty International gruppo 174 del Tigullio.

Per informazioni:
Comune di Santa Margherita Ligure
Ufficio Turismo 0185 205471, Villa Durazzo 0185 205449, Biblioteca Civica 0185 205453
Centro Teatro Ipotesi - Genova 010 2722440 – 010 2721194
e-mail:

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin