Magazine Martedì 10 agosto 2004

La jettatura

Magazine - «Ma tu guarda questo morto vivo, sa di dover morire da un momento all'altro, e ha questi rimorsi di coscienza. Compare, non ditemi d'esser contento d'aver fatto una vita sempre a lavorare?».
«Veramente non lo so, non so che rispondervi». Fece compare Carmelo.
«Ecco!», fece lesto Peppe alla moglie, «vedi? Non lo sa! Ed io, nell'incertezza, dovrei vivere col dubbio s'è giusto o no? Ma quando mai, compare, bisogna essere tranquilli, siamo in democrazia! Bisogna rispettare le idee degli altri, e allora che lavorino, io no!».

Si sente bussare alla porta. Minica va ad aprire, è Santuzza, preoccupata, in cerca di Carmelo, il quale suggestionato da quanto proferitogli dalla fattucchiera, s'era abbandonato sulla vecchia poltrona in attesa che si facessero le 14,15 e poter partire alla ricerca di quei mondi e dello zio Lorenzo, al quale era molto legato. Peppe, per evitare rimproveri dalla moglie davanti alla comare, uscì a cercare Concetta. Le ore volavano via, tra il pianto di Santuzza e i conforti di Minica, mentre Carmelo diventava sempre più cereo e tremava dal freddo, tremava e pregava la Madonna di accoglierlo accanto a lei; era molto devoto alla Vergine: da piccolo, quando andava a letto, la nonna gli aveva insegnato una breve preghiera, ed egli, prima d'addormentarsi, la ripeteva sempre: «Io mi corico in questo letto, con Gesù dentro il mio petto; se io dormo, Egli veglia e se c'è qualcosa mi risveglia». Per cosa avrebbe dovuto svegliarlo ora la Madonna! La morte non è un breve sogno, ma un lunghissimo sonno, un sonno privo di coscienza e volontà, dove l'anima vive nella tranquillità assoluta in attesa di potere assaporare un nuovo corpo che andrà ad abitare.

Carmelo sembrava immerso in quella tranquillità, e non dava più segni d'esser sveglio. Minica cercò tante volte di persuadere Santuzza di andare a casa a dormire, dicendole che la notte avrebbe certamente risolto quello strano enigma.
«Su, via comare!», continuava Minica Lei crede a queste fesserie? Sicuramente il compare si sarà fatto suggestionare da quella jettatrice; lo lasci riposare qui tutta la notte, e vedrà che domattina sarà lui stesso a tornare a casa».
Santuzza ringraziò la comare per il consiglio datole, ma preferì rimanere lì tutta la notte. Peppi rincasò a notte inoltrata, dimenticandosi del compare e di avvisare Concetta perché si recasse a casa sua; entrò in punta di piedi, si sentiva qualche leggero lamento di Carmelo, mentre le due donne dormivano sedute e con la testa a penzoloni; si recò nella sua stanza e s'addormentò d'un colpo, russando. Dalle imposte si vedeva albeggiare, Minica si alzò lentamente, adagiò sulle spalle di comare Santuzza uno scialle di lana e andò ad assicurarsi che Peppe fosse rientrato.
Il sole era già alto quando Santuzza si svegliò; preoccupata, guardò il marito che sembrava dormisse, stanco d'essersi lamentato tutta la notte e gli posò di sopra, lentamente, lo scialle che le aveva messo sulle spalle Minica. Da fuori si sentiva il megafono di un venditore di frutta che passava e il vociare di un bimbo che rincorreva il suo cane. Santuzza svegliò Peppe, rimproverandolo per la leggerezza nei confronti del compare, che giaceva in preda al panico sulla poltrona aspettando che si facessero le 14,15. Lo incaricò ancora di cercare Concetta e di avvisare padre Giuseppe della situazione che s'era venuta a creare. Peppe uscì brontolando, quasi che l'accaduto lo infastidisse.

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Nessuno come noi Di Volfango De Biasi Commedia Italia, 2018 Betty è un’insegnante di liceo bella, anticonformista e single per scelta. Umberto è un noto docente universitario, affascinante, strafottente alle prese con un matrimonio noioso e privo di passione. I due si incontrano per la prima volta quando Umberto... Guarda la scheda del film