Concerti Magazine Lunedì 2 agosto 2004

Urban Night in Genova 2

Magazine - Serata magica quella di sabato 31 luglio; una serata di mezza estate da ricordare: la . Con un ricco menù di animazioni, nelle piazzette e nei vicoli, si è festeggiata l’apertura del : l’intervento più importante del programma di riqualificazione Urban2, che ha investito complessivamente circa 30 milioni di Euro, di cui 11 milioni a carico della Comunità Europea. Ma la festa è stata anche l’occasione per gustare la città notturna e i genovesi hanno risposto alla grande.

Io ho iniziato la serata di festa in Piazza Lavagna dove , con le sue canzoni, dalle 21 ha deliziato i presenti seduti ai dehors di ed . Un prosecco, due stuzzichini e poi via lungo i vicoli, verso il Galata. Solo pochi metri e incontro una prima banda di dixieland, i suoni trasmettono una naturale allegria, incoraggiano anche il ritmo della passeggiata. Altra constatazione, le luci dei negozi e caffé aperti; solitamente a quest’ora nei vicoli c’è solo la luce delle lampare. Evviva, anche i commercianti rispondono all’evento spettacolare. La folla, più ci si avvicina alla Darsena e più cresce. La musica di un tango attrae tutti in un punto particolare: è a due passi da una lunga coda di persone in attesa di entrare al Museo del Mare. Cosa fare? Fermarsi a gustare la musica e godersi le evoluzioni dei ballerini o aumentare la coda? L’affluenza all’inaugurazione è eccezionale, non solo per la curiosità e perché è “agratis” – come si dice a Genova - ma per l’interesse che i genovesi riservano alle navi, alla sua cultura, alla vita di mare. La sosta per la musica argentina è d’obbligo ma poi, vedendo un movimento “avanti tutta” della coda, eccomi: pochi minuti e sono all'interno del , che Giulio Nepi ed uno slideshow illustrano bene su mentelocale.it.

Il viaggio nel viaggio di mare è iniziato ed ora c’è il tempo di tante soste per tante emozioni: carte, modelli, mappe, navi, immagini, cinema, suoni, luci, documenti… tutto sopra il mare. E per il sotto? Cento metri indietro e c’è l’Acquario. Insomma, a Genova c’è tutto il mare: da conoscere, amare e rispettare.

La città ha concentrato gli sforzi per racchiudere il suo sapere marinaro e la sua ragione in questo nuovo Museo che, costruito nell’ambito di GeNova 2004, resterà un segno permanente, a ricordarci quest’evento e insieme per rimarcare la sua vocazione, se ancora ce ne fosse bisogno, di continuare la sua vita per il mare.

Le emozioni di questa bellissima serata non sono ancora finite, all’uscita del Museo del Mare mi ritrovo in via del Campo: nella piazzetta, Vittorio De Scalzi - dei New Trolls - sta cantando una canzone di Faber De Andrè. Dopo l’esecuzione di Quella carezza della sera…, De Scalzi concluderà il ricordo di De Andrè insieme all’amico Gianni Tassio, riproponendo Via del Campo. Tutti i presenti cantano insieme e il momento è fantastico. Quando raggiungo via Garibaldi è ormai mezzanotte e i Black Fusion, in Piazza della Meridiana, hanno appena messo via gli strumenti. La via, però, è animata come fosse di giorno, anzi di più. Ma non erano partiti tutti con il week end del primo agosto? Speriamo che una serata così si ripeta. Sarebbe un sogno farla diventare l’estate genovese.

Giorgio Boratto

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Manhattan Di Woody Allen Commedia,Drammatico,Romantico U.S.A., 1979 Isaac 42enne scrittore televisivo di New York, ha una vita sentimentale complicata, dopo aver divorziato dalla moglie che lo ha abbandonato per una donna, incontra e frequenta Mary, amante del suo migliore amico, ma presto si innamora di Tracy una diciassettenne... Guarda la scheda del film