Magazine Mercoledì 28 luglio 2004

Ma dove vanno i marinai...

Dopo l’interessante mostra, , dedicata al mito dei colossi del viaggio attraverso l'oceano, in svolgimento a La Spezia presso la Palazzina delle Arti (via del Prione 236) sino al 5 settembre, ecco la presentazione del libro: I colossi del mare, Storia della Società di Navigazione "Italia" di Giovanni Sbisà.

Il libro, presentato martedì 27 luglio presso la Libreria del Porto Antico, è un felice prologo all’inaugurazione del e della mostra Transatlantici, Scenari e sogni di mare, prevista per sabato 31 di questo stesso mese.

Mentre con la mostra spezzina si intende offrire uno squarcio suggestivo e sfizioso della vita a bordo dei transatlantici italiani nel periodo compreso tra la fine degli anni Trenta e gli inizi degli anni Settanta (non dimenticando le professioni di bordo come i camerieri, i barman, gli chef, i capitani e i musicisti), il libro di Sbisà affronta la storia di quella marineria fatta dalle grandi navi passeggeri della compagnia di navigazione Italia.

La presentazione del libro edito dai è stata fatta da Edoardo Guglielmino, chiamato in causa oltre che come scrittore anche come ginecologo; infatti il libro si apre con il capitolo, "Sul sesso delle navi" . Stabilito che sono femmine, quale miglior indagatore? Naturalmente è una annotazione scherzosa poiché il libro, come dice lo stesso Guglielmino, si presenta come un’opera di vera letteratura e non momento di nostalgia o saggistica. La lettura del libro scorre via veloce e, seppur ricca di annotazioni tecniche, come la stazza, il tonnellaggio ecc. delle navi, varia con i racconti, svolti con abile scrittura, di 46 anni di navigazione dell’autore. Il libro è così un viaggio nella memoria senza retorica ma con lo sguardo d’amore di chi con quei colossi è vissuto.

Nel libro troviamo aneddoti vari dal trasporto della Pietà di Michelangelo a New York sulla Cristoforo Colombo a incendi sulla Raffaello e tempeste affrontate con la Michelangelo. C’è il racconto di tragedie come l’affondamento dell’Andrea Doria fino ai più disparati incontri di persone: da Marina Ripa di Meana, allora signora Lante della Rovere, al Re del Marocco Hassan II; da attori famosi ad anonimi passeggeri sopravvissuti a storie capaci di commuovere fino alle lacrime…e in questi casi si trova il rimando a una pagina di letteratura di Conrad o Garcia Lorca.

Ha ragione Guglielmino, autore di oltre 20 libri: «In questo libro c’è il piacere della vera letteratura». L’autore Giovanni Sbisà, che rivela la sua età - «Sono del 1926», con parole chiare ha risposto alle domande del pubblico: «La battaglia del trasporto verso l’America era già persa in partenza ed è stata fisiologica; giorni contro ore. Oggi, per attraversare l’atlantico, ci vogliono 5 giorni di nave e solo 7 ore d’aereo. Il mondo è cambiato. Oggi le nuove navi sono "ferri da stiro". Sono navi la cui tecnologia è un "struca il botton, salta il macaco" – detto dalle parti native dell’autore, schiaccia il bottone, salta la scimmia -, è un’altra marineria…».

Oggi si è affermata la crociera, non esiste più il trasporto passeggeri per le lunghe distanze e le compagnie di navigazione sono cosa diversa dalla grande Società di Navigazione Italia che, per Sbisà non si è mai detto e considerato, fu per le navi come la FIAT è per l’auto. Per finire una piccola annotazione, il libro è dedicato "all’oscura silenziosa, ignorata, gente di mare" e si conclude con il ruolino equipaggio dei 711 lavoratori del viaggio inaugurale del 1965 della nave Michelangelo. Un vero omaggio a una marineria che non esiste più.

Il libro I Colossi del mare – Storia della Società di Navigazione Italia, Fratelli Frilli Editori, costa 16,50 Eu in tutte le librerie.

Giorgio Boratto

nella foto: Giovanni Sbisà ed Edoardo Guglielmino
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film