Magazine Mercoledì 28 luglio 2004

Ma dove vanno i marinai...

Magazine - Dopo l’interessante mostra, , dedicata al mito dei colossi del viaggio attraverso l'oceano, in svolgimento a La Spezia presso la Palazzina delle Arti (via del Prione 236) sino al 5 settembre, ecco la presentazione del libro: I colossi del mare, Storia della Società di Navigazione "Italia" di Giovanni Sbisà.

Il libro, presentato martedì 27 luglio presso la Libreria del Porto Antico, è un felice prologo all’inaugurazione del e della mostra Transatlantici, Scenari e sogni di mare, prevista per sabato 31 di questo stesso mese.

Mentre con la mostra spezzina si intende offrire uno squarcio suggestivo e sfizioso della vita a bordo dei transatlantici italiani nel periodo compreso tra la fine degli anni Trenta e gli inizi degli anni Settanta (non dimenticando le professioni di bordo come i camerieri, i barman, gli chef, i capitani e i musicisti), il libro di Sbisà affronta la storia di quella marineria fatta dalle grandi navi passeggeri della compagnia di navigazione Italia.

La presentazione del libro edito dai è stata fatta da Edoardo Guglielmino, chiamato in causa oltre che come scrittore anche come ginecologo; infatti il libro si apre con il capitolo, "Sul sesso delle navi" . Stabilito che sono femmine, quale miglior indagatore? Naturalmente è una annotazione scherzosa poiché il libro, come dice lo stesso Guglielmino, si presenta come un’opera di vera letteratura e non momento di nostalgia o saggistica. La lettura del libro scorre via veloce e, seppur ricca di annotazioni tecniche, come la stazza, il tonnellaggio ecc. delle navi, varia con i racconti, svolti con abile scrittura, di 46 anni di navigazione dell’autore. Il libro è così un viaggio nella memoria senza retorica ma con lo sguardo d’amore di chi con quei colossi è vissuto.

Nel libro troviamo aneddoti vari dal trasporto della Pietà di Michelangelo a New York sulla Cristoforo Colombo a incendi sulla Raffaello e tempeste affrontate con la Michelangelo. C’è il racconto di tragedie come l’affondamento dell’Andrea Doria fino ai più disparati incontri di persone: da Marina Ripa di Meana, allora signora Lante della Rovere, al Re del Marocco Hassan II; da attori famosi ad anonimi passeggeri sopravvissuti a storie capaci di commuovere fino alle lacrime…e in questi casi si trova il rimando a una pagina di letteratura di Conrad o Garcia Lorca.

Ha ragione Guglielmino, autore di oltre 20 libri: «In questo libro c’è il piacere della vera letteratura». L’autore Giovanni Sbisà, che rivela la sua età - «Sono del 1926», con parole chiare ha risposto alle domande del pubblico: «La battaglia del trasporto verso l’America era già persa in partenza ed è stata fisiologica; giorni contro ore. Oggi, per attraversare l’atlantico, ci vogliono 5 giorni di nave e solo 7 ore d’aereo. Il mondo è cambiato. Oggi le nuove navi sono "ferri da stiro". Sono navi la cui tecnologia è un "struca il botton, salta il macaco" – detto dalle parti native dell’autore, schiaccia il bottone, salta la scimmia -, è un’altra marineria…».

Oggi si è affermata la crociera, non esiste più il trasporto passeggeri per le lunghe distanze e le compagnie di navigazione sono cosa diversa dalla grande Società di Navigazione Italia che, per Sbisà non si è mai detto e considerato, fu per le navi come la FIAT è per l’auto. Per finire una piccola annotazione, il libro è dedicato "all’oscura silenziosa, ignorata, gente di mare" e si conclude con il ruolino equipaggio dei 711 lavoratori del viaggio inaugurale del 1965 della nave Michelangelo. Un vero omaggio a una marineria che non esiste più.

Il libro I Colossi del mare – Storia della Società di Navigazione Italia, Fratelli Frilli Editori, costa 16,50 Eu in tutte le librerie.

Giorgio Boratto

nella foto: Giovanni Sbisà ed Edoardo Guglielmino

di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Alpha Un'amicizia forte come la vita Di Albert Hughes Azione, Drammatico, Thriller U.S.A., 2018 Dopo una battuta di caccia finita male, un giovane uomo delle caverne lotta contro una serie di ostacoli per ritrovare la strada di casa. Un’emozionante storia di crescita ed iniziazione arricchita dal forte rapporto tra il protagonista e un lupo. Guarda la scheda del film