Concerti Magazine Giovedì 22 luglio 2004

Musica o cabaret? A voi la scelta

Compra il biglietto per Joan Baez o Flavio Oreglio su

che questo luglio non ci avrebbe dato tregua. L’agenda eventi del fine settimana presenta il cosiddetto “lenzuolo” (elenco molto lungo di appuntamenti), impossibile da seguire per una sola persona. Ma voi siete in tanti, e noi lavoriamo per voi tutti.
Non stiamo a ripetere cose già dette, tipo , o dette altrove, tipo il , o per muoverci un po’ più in là (ma ne vale la pena) il . Ci fermiamo al Porto Antico, che è sufficiente.
Dunque, venerdì 23 c’è Joan Baez, domenica 25 Flavio Oreglio e le sue freddure poetiche, lunedì 26 Antonella Ruggiero. Tutto all’Arena del Mare.

Joan Baez: viene subito in mente We shall overcome, We shall overcome, We shall overcome… One day. Che vuol dire più o meno "tutto questo un giorno finirà". All’epoca era la guerra del Vietnam che doveva finire. Joan, fin da quando ha iniziato cantare, non ha mai voluto tracciare una linea di separazione tra la sua musica e la realtà che vedeva con i suoi occhi. Comincia col folk, continua con il country. A un certo punto il suo mestiere le fa incontrare tale Bob Dylan. Hanno anche una storia. Porta bandiera dei diritti umani in tutto il mondo, la Baez non mancò di suonare dal palco di Woodstock. Ma il primo che le parlò di pacifismo fu Ira Sandpearl, nel ’57, quando aveva appena sedici anni. Da quel momento in poi il suo nome è rimasto indissolubilmente legato alla parola pace.
Con gli anni si allontana dal grande pubblico, ma continua ad operare nel sociale. Nel ’79 fonda il Comitato internazionale dei diritti civili ed esordisce con una Lettera aperta alla Repubblica Socialista del Vietnam, accusandola di violare diritti dei cittadini. E pensare che qualche anno prima era andata nello stesso paese sotto i bombardamenti dei suoi connazionali…

Domenica 25, invece, ci saranno luci soffuse, un uomo entrerà in scena con leggìo e microfono in mano, si sistemerà, imposterà la voce e reciterà i versi vergati con le sue stesse mani:

Un gufo mi guarda
la luna mi sorride
le stelle mi parlano
e le nuvole creano disegni di ogni tipo:

la devo smettere di farmi le canne!!!


Se sentite un poeta di simil statura state guadando lo spettacolo di Flavio Oreglio. La serata inizia alle 21.00, sempre all’Arena del Mare.
Flavio è ormai conosciuto per le sue performance poetiche, ma è anche un grandissimo appassionato di ragtime ed ha pubblicato ben tre album. Erede (e ce ne sono sempre meno) della scuola di Gaber e Jannacci, coniuga cabaret e canzone d’autore. Ingresso 14 Eu.

L’inizio della settimana (ma intanto si sa che di questi tempi non c’è più il sabato e la domenica, ogni giorno è buono…) è dedicato ad Antonella Ruggiero. Voce potente, e per di più genovese. La sua carriera è stata per molto tempo legata al gruppo Matia Bazar, ma nel 1996 pubblica il suo primo album solista. Inizia un “secondo tempo” fatto di grandi collaborazioni, viaggi in America, registrazioni di colonne sonore ("Broken Blossoms", di Griffith, un film del 1929).
Il 4 giugno di quest’anno ha festeggiato l’uscita del primo Dvd Sacrarmonia live [il viaggio], presentandolo in anteprima mondiale con un suo concerto alla settima edizione dell’International Brooklyn Film Festival. Ingresso libero.


Compra il biglietto per Joan Baez o Flavio Oreglio su

Nella foto: Joan Baez

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Searching Di Aneesh Chaganty Thriller U.S.A., 2018 Dopo che la figlia sedicenne di David Kim scompare, viene aperta un'indagine locale e assegnato un detective al caso. Ma 37 ore dopo David decide di guardare in un luogo dove ancora nessuno aveva pensato di cercare, dove tutti i segreti vengono conservati:... Guarda la scheda del film