La Tosse va fuori città - Magazine

Teatro Magazine Mercoledì 21 luglio 2004

La Tosse va fuori città

Magazine - Il Teatro della Tosse va in tournée.
Battenti serrati in città ma, come tutti gli anni, continua altrove la stagione per quelli della Tosse, che interpretano l’estate come il tempo delle produzioni all’aperto, itineranti.
L’invenzione risale ormai al 1988: è il teatro fuori dal teatro, per cui la Tosse è conosciuta in Italia e all’estero.

I luoghi se li vanno a scovare loro da tempo.
C’è stata l’epoca di Forte Sperone, già da due anni non agibile per questioni legate alla sicurezza, ma per cui il futuro sembra possibile. Si nutrono infatti forti speranze per un restauro di massima, che renda probabile, già dall’anno prossimo, il tanto atteso ritorno della Tosse tra quelle mura.
C’è stata la Diga Foranea, che la Tosse stessa mise in sicurezza per le sue rappresentazioni.
Ce ne saranno ancora altri di luoghi noti e meno noti, che diventeranno teatro per mano loro. Perché la volontà c'è, ma le esigenze a cui deve corrispondere lo spazio ideale sono tante e soprattutto impegnative: 1000/1200 spettatori, vie di fuga, parcheggi, fruibilità, accessibilità e sicurezza, ecc.

Quindi se da un lato c'è un po' d'amarezza perché la Tosse non ha una data in città neanche quest’estate, c’è da dire che la tournée prevista è corposa. Infatti, nel tempo, questo girovagare della compagnia, si è tramutato in un positivo consolidarsi di rapporti che, di anno in anno, rinverdiscono e creano ex novo collaborazioni importanti e apprezzate con i vari comuni liguri e nazionali ospiti.
Apricale è una di queste mete, ormai storica, del Teatro della Tosse - quasi quindici anni di frequentazione –e in questo 2004 sarà scenario naturale per un debutto importante, una prima nazionale, del nuovo Le notti dei menestrelli: un torneo teatrale e poetico che vede la partecipazione degli Ottoni del Conservatorio del maestro Piero Andreoli (dal 5 al 15 agosto; il 3 e 4 settembre a Foligno). Apricale meta-storica, dicevamo, che nel ’91 ospitò la prima de Il mistero dei tarocchi, spettacolo molto amato che proprio quest’anno migra verso sud per essere riproposto nel comune di Trani (BA), ospite in una cornice altrettanto prestigiosa, quella offerta dal Castello Svevo (dal 25 al 29 agosto), grazie alla collaborazione con l’associazione Malearti e all’invito del comune di Trani stesso.

Un altro luogo-meta, ormai consolidato, è Finale Ligure dove prosegue la tournée estiva (dal 25 al 31 luglio) - avviata già all’inizio del mese - dell'altro nuovo spettacolo della Tosse: La bella compagnia dei trovatori (nei giorni scorsi a Rapallo e a Portovenere), che si spinge quest’anno - per la seconda volta - fino ad Imperia. Sergio Maifredi racconta così l’approdo nell’estremo ponente: “Il pubblico di Imperia ci ha sorpreso e letteralmente travolto l’anno scorso. Ad un certo punto, raggiunte le 700 persone, abbiamo dovuto chiudere le vendite!”

Dicevamo che di luoghi ce ne saranno ancora molti da scoprire insieme a quelli della Tosse, nel frattempo per chi fosse in vacanza ecco una breve guida per rintracciare le serate in giro per piazze e borghi storici: il 19 agosto La bella compagnia dei trovatori è a Rocca di Mezzo (L'Aquila)e il 20 a Barletta. Anche il teatro ragazzi non si ferma: la fiaba-spettacolo in lingua inglese Jack and the beanstalk, (Jack e la pianta di fagioli) di e con Nicholas Brandon sarà il 31 luglio a Bergamo e il 10 agosto a Osio di Sopra (BG). Mentre i burattini di Luzzati e Cereseto, in particolare, Baciccia e Barudda alla scoperta dell'America, saranno ad Apricale il 1 agosto.

Nelle foto: in alto un immagine da "La bella compagnia dei trovatori"; in basso da "Le notti dei menestrelli".

Potrebbe interessarti anche: , Giudizio Universale: la Cappella Sistina secondo Marco Balich , Artisti e progetti vincitori di #UBU40 accanto a quelli di Hystrio, Rete Critica e ANCT , Turandot: la trama dell'opera, tra un principe pirlone e donne con scarsa autostima , Acqua di colonia: il colonialismo italiano secondo Frosini/Timpano , Dall'Olanda il teatro-incontro in Perhaps All The Dragons dei Berlin