Magazine Martedì 29 giugno 2004

Oreglio al Festival di Poesia

Magazine - Continuano gli appuntamenti con il ormai giunto alle sue ultime serate. Mercoledì 30 giugno, alle ore 19.00, nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, sarà la volta di , ospite della manifestazione.

Laureato in biologia, cantautore, entertainer, pianista e chitarrista appassionato di ragtime esordisce nel 1985 e pubblica tre album: Melodia e Parodie (1987), Clowstrofobia (1988), e Burlando Furioso (1994). È l'unico erede della scuola milanese - quella di Gaber, Jannacci - che fonde la canzone umoristica con la ballata d'autore, a metà tra lo chansonnier e il cabarettista. Ha collaborato con Nanni Svampa, Marina Massironi e Aldo Giovanni e Giacomo; con questi ultimi, in particolare, per gli aspetti musicali di Ritorno al gerundio, Aria di tempesta e la trasmissione Tel chi el telun. Dal 2000 lavora allo Zelig nelle vesti di un poeta disincantato.

Un assaggio delle sue poesie catartiche:

Sono nato....
e ho trovato una mamma.....
sono andato a scuola....
ed ho trovato compagne di classe....
sono andato all'univesità.....
ed era pieno di ragazze....
mi sono sposato con te.....
e mi hai regalato anche tua mamma....
due figlie!!!!!!!!!!!
sono diventato nonno.......... e sono solo..........
ce n'è voluto per levarvi tutte dalle palle!!!!!!


Nella foto: Flavio Oreglio

di Laura Calevo

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film